menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I disabili occupano la Regione: "Non calpestate i nostri diritti". E Grillo attacca Rossi: "Intollerabile"

La replica del governatore: "Occupi il ministero e chieda il raddoppio dei finanziamenti"

Prosegue ormai da giorni la clamorosa protesta di un gruppo di disabili dell'associazione "Vita indipendente", una ventina di persone che ha occupato una sala della Regione Toscana.

I disabili, guidati da Luigi Gariano, protestano contro la delibera regionale per l'erogazione dei fondi ai disabili gravi, chiedono l'accompagnore e rispetto per i loro diritti.

Ora sulla vicenda è scoppiata la bufera politica: ieri, infatti, sul caso è intervenuto il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo: "Quello che sta succedendo in Toscana è intollerabile - ha scritto su Fb -. Persone con disabilità gravi chiedono che i propri diritti non vengano calpestati. Da ormai una settimana Luigi Gariano ha occupato il palazzo della Regione e al suo esterno la protesta pacifica continua".

"Stefania Saccardi, assessore al sociale, non si fa vedere, così come il presidente Enrico Rossi, che ieri è passato vicino Luigi, ha voltato le spalle e se ne è andato senza proferire parola - aggiunge Grillo -.Cosa c'è di più disumano di tutto questo? Vi prego di dare il massimo supporto a questa vicenda, non circoscritta solo alla Toscana".

Immediata, sempre su Facebook, la risposta del governatore Rossi: "Vale la pena ricordare che i finanziamenti per la vita indipendente vengono stanziati a livello nazionale dalla ministra grillina del lavoro e delle politiche sociali Nunzia Catalfo. Lei mette 15 milioni per tutta l'Italia, la Toscana ne mette già 9 ora e sta valutando di aggiungere altre risorse. Se Grillo avesse un minimo di dignità personale dovrebbe andare ad occupare il ministero della Nunzia Catalfo e chiedere almeno di raddoppiare i finanziamenti e restare lì finché non ha ottenuto il risultato".

"Beppe Grillo - continua poi il governatore Rossi - ci accusa di insensibilità verso le proteste dei disabili. La verità è che proprio lui non si è mai fatto vedere sui problemi reali delle persone, siano esse lavoratori o disabili. Ha costruito un partito basandosi solo sulle invettive, spesso pure violente. Beppe Grillo pontifica, spara bordate dal suo blog, dalla sua tribuna virtuale senza confrontarsi mai concretamente con i problemi. Lo fa anche ora, alzando il dito, sui problemi dei disabili che invece noi ogni anno affrontiamo e risolviamo con accordi e compromessi possibili con coloro che protestano, e giustamente, a partire dalla loro reale condizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento