Stadio Artemio Franchi: “Una legge nazionale per rendere più semplice la ristrutturazione”

Proposta di legge della deputata Pd Di Giorgi: “La ristrutturazione scongiura anche il consumo di nuovo suolo"

“Gli stadi comunali, anche se tutelati come beni di interesse storico artistico o riconosciuti come monumenti nazionali, potranno essere ristrutturati con la sola delibera dell’amministrazione comunale competente. Il nuovo progetto, autorizzato dalla Soprintendenza, dovrà mantenere parti esterne del precedente stadio, in grado di assicurarne  la memoria e la tradizione architettonica”.

E' questo il contenuto della proposta di legge che la deputata fiorentina Rosa Maria Di Giorgi ha annunciato di voler depositare in queste ore in parlamento e che, se approvata, “renderà più semplici le procedure e meno stringenti i vincoli per la ristrutturazione dello stadio Franchi, in maniera da accogliere le sollecitazioni che ci arrivano da più parti, non ultimo dal presidente della Fiorentina Rocco Commisso”.

La proposta arriva proprio il giorno successivo alla rinuncia ufficiale da parte della Fiorentina di partecipare al bando per la vendita dei terreni Mercafir, dove avrebbe potuto sorgere il nuovo stadio. E ora la ristrutturazione del Franchi torna dunque un'opzione in pista.

La proposta di Di Giorgi sarà, assicura la parlamentare dem “un provvedimento di carattere generale, che  salvaguarda l'ordinamento posto a tutela dei beni storici ed architettonici, e riguarda esclusivamente gli stadi, ovvero strutture che se non aggiornate nella loro funzione, rischiano di decadere e diventare dei luoghi di degrado, come sta accadendo ad esempio allo stadio Flaminio di Roma”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La ristrutturazione delle strutture esistenti - conclude la deputata -, scongiurerà inoltre l'ulteriore consumo di suolo che la realizzazione di nuove strutture comporterebbe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento