rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024

Rinascimento Mondeggi: nuova vita con i 57 milioni del Pnrr \ VIDEO

Consegnate le chiavi per far partire i cantieri, la comunità non lascerà l’area durante i lavori

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday 

Una giornata storica per Mondeggi, con la consegna delle chiavi dei cantieri alle imprese che si sono aggiudicate i lavori. Un intervento di riqualificazione da oltre 57 milioni con fondi Pnrr e per questo da concludersi entro il 30 giugno 2026.  Alla presentazione del Progetto di rigenerazione territoriale erano presenti il sindaco della Città metropolitana Dario Nardella, quello di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, i rappresentanti dei Comuni di Impruneta, Greve in Chianti, Figline e Incisa Valdarno e i tecnici della Metrocittà.

Nardella: “Un sogno che diventa realtà dopo anni di abbandono”

Per Nardella si tratta di “un sogno che oggi diventa realtà”, dopo vent’anni di abbandono storico e architettonico. “Per la prima volta abbiamo un progetto complessivo di rigenerazione di questa area di 170 ettari che comprende le zone agricole, cinque case coloniche e la villa medicea.  Abbiamo anche sperimentato con l’università di Firenze un modello innovativo con la comunità residente di Mondeggi con la quale per tanti anni vi sono stati rapporti conflittuali: si è trovata un’un’intesa che prevede la costituzione di un associazione culturale con la possibilità che questa possa poi gestire una parte consistente di questi spazi, incluse le attività agricole. Durante i cantieri la comunità si concentrerà in un complesso specifico”. Per l’affidamento in comodato gratuito dei terreni agricoli ci sarà un bando, a cui potrà partecipare anche la stessa associazione.

La villa medicea sarà invece il fulcro di una serie di attività culturali, educative, formative e anche sociali. “Possiamo parlare del rinascimento di Mondeggi, un bellissimo angolo del territorio metropolitano nel Comune di Bagno a Ripoli, uno dei più importanti traguardi raggiunti nei dieci anni di governo della Città metropolitana. Mondeggi ora avrà un futuro, per coloro che l’hanno frequentata in questi anni, per la comunità di Bagno a Ripoli e per tutta l’area fiorentina e toscana. Per questo abbiamo previsto di realizzare una Fondazione che si occuperà della gestione della villa e di tutte le attività connesse”.

Casini: “Si volta pagina grazie al lavoro di squadra”

Per il primo cittadino ripolese, Francesco Casini, “oggi, grazie al gioco di squadra tra istituzioni, università, progettisti e al dialogo costruttivo, si volta finalmente pagina. Per quanto riguarda il nostro comune, completa il quadro del recupero di molteplici luoghi abbandonati, come la ex fornace Brunelleschi dove oggi sorge la Fendi Factory, la ex villa Enel, divenuta la nuova casa della Fiorentina con il Viola Park. Adesso è la volta di Mondeggi che grazie a un progetto innovativo e sostenibile presto sarà restituito ai cittadini”.

Il progetto nei dettagli

Mondeggi è composta dalla villa e da quasi 170 ettari di terreni agricoli circostanti suddivisi in sei poderi con le relative case coloniche di Cerreto, Rucciano, Sollicciano, Conte Ranieri, Pulizzano e Cuculia, alcune delle quali abitate e connesse alle attività agricole. Altre, come Cerreto e Rucciano, non sono più accessibili a causa dell'avanzato stato di degrado, oppure come esempio Pulizzano, inagibili a causa della parziale esecuzione di opere edilizie incompiute. Non sono agibili anche diversi annessi pertinenziali, tra cui alcuni completamente o parzialmente diruti, come nel caso di Rucciano e Conte Ranieri. Tutte le case coloniche sono oggetto di vincolo diretto da parte della Soprintendenza ad esclusione della casa colonica denominata Cuculia e del relativo capannone. 

Il progetto intende valorizzare i vari fabbricati e riconsegnarli alle funzioni originarie (abitativo rurale, agricolo e di trasformazione) affinché possano essere messi a disposizione di associazioni per l’utilizzo a fini produttivi, di reinserimento, educativi e ricreativi. I progetti di riqualificazione e valorizzazione riguardano il recupero e il restauro del complesso della villa di Mondeggi e cisterna, delle case coloniche di Cerreto, di Sollicciano, di Rucciano, di Pulizzano e di Cuculia. È prevista inoltre la demolizione e ricostruzione del capannone di Cuculia, la realizzazione di quattro invasi ad uso irriguo a sostegno delle attività agricole, la sistemazione della viabilità storica esistente e la realizzazione di una nuova rete di sottoservizi (acqua potabile, rete irrigua, energia elettrica e fibra). 

Credits video: Florence Tv

A Mondeggi riparte la scuola contadina

Video popolari

Rinascimento Mondeggi: nuova vita con i 57 milioni del Pnrr \ VIDEO

FirenzeToday è in caricamento