Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Lastra a Signa

Nuovo ponte tra Signa e Lastra a Signa, Giani: "Pronto nel 2026". Sarà collegato alla Fi Pi Li

L'obiettivo è quello di fornire un'alternativa all'attuale unico ponte presente in zona e fluidificare il traffico

E' stato presentato nei giorni scorsi dalla Regione Toscana il progetto del nuovo ponte tra Signa e Lastra a Signa. Un investimento di diverse decine di milioni di euro: 48 milioni per ponte e viabilità, 15 per le opere verdi, 5 per allargare e differenziare i flussi sull’uscita della superstrada. Il termine dei lavori, se tutto va bene, è previsto per il 2026.

"E' chiamato il Ponte delle Signe, ma in realtà è il ponte sull’Arno per l’area Firenze - Prato - Pistoia, unico asse di attraversamento sostanziale fra il viadotto all’Indiano e il ponte di Sovigliana ad Empoli", scrive il presidente della Regione Eugenio Giani su Facebook, postando alcune foto del rendering.

Oltre al ponte sarà costruita una nuova strada extraurbana tra i due abitati, con attraversamento dell’Arno e della ferrovia. L'obiettivo, si spiega dalla Regione, è quello di "migliorare la sicurezza della circolazione e la fluidità in un bacino caratterizzato da intensi flussi di traffico, consentendo di potenziare la rete delle infrastrutture".

Il nuovo collegamento viario si configura come un nuovo asse di penetrazione extraurbana tra la rete stradale principale, rappresentata dalla superstrada Firenze Pisa Livorno, e l'area urbana del comune di Signa.

Infatti, a valle del Ponte all’Indiano e sino al Ponte a Signa, tra gli abitati di Lastra a Signa e Signa, non esistono collegamenti alternativi tra rive sinistra e destra dell’Arno. L'attuale ponte a Signa ha quindi assunto con il passare degli anni "caratteristiche di viabilità sovra-comunale, diventando l’unica possibilità, in prossimità della città di Firenze, di collegamento tra le due rive dell’Arno. Proprio dall’inadeguatezza della struttura di questo ponte e della viabilità locale a ricevere le attuali richieste di traffico veicolare, è nata la necessità di realizzare un nuovo tracciato stradale".

Il progetto si trova nella fase di progettazione definitiva, che si concluderà nel giugno del prossimo anno e, sempre nel 2022, verrà portata a termine la progettazione esecutiva, in modo da far partire le procedure di gara all’inizio del 2023 per poter dare avvio ai lavori nel gennaio del 2024. Secondo il cronoprogramma, i lavori di costruzione di strada e ponte termineranno nel 2026, sempre che nel frattempo non sorga qualche intoppo.

Il progetto del nuovo ponte tra Signa e Lastra a Signa

Prevede la realizzazione di una nuova strada extraurbana di competenza regionale compresa fra la FI-PI-LI nel Comune di Lastra a Signa e via Arte della Paglia nel Comune di Signa, per uno sviluppo complessivo di 2.750 metri, di cui 900 in viadotto con un nuovo ponte sull’Arno.

Sono inoltre previsti la realizzazione di:

tre nuove rotatorie (‘Lastra’, ‘San Colombano’, ‘Renai’);

un nuovo percorso ciclo-pedonale di collegamento tra il Parco fluviale di Lastra a Signa in riva sinistra del fiume Arno e il Parco dei Renai (viale dell'Arte della Paglia in sinistra del fiume Bisenzio);

nuovi rami di collegamento tra le viabilità esistenti in Comune di Signa e in Comune di Lastra a Signa in corrispondenza delle due nuove rotatorie di Lastra e San Colombano;

un nuovo collegamento tra la nuova rotatoria ‘Renai’ e la via dei Renai (interna al Parco);

infine la realizzazione di una cassa di espansione per la tutela dal rischio idraulico (“San Colombano 2”), collocata interamente nel Comune di Lastra a Signa, in riva sinistra dell’Arno.

Come cambia la viabilità

Sarà innanzitutto attuato il collegamento tra lo svincolo della FI-PI-LI di Lastra a Signa e la strada regionale 66 'Pistoiese', con l'obiettivo di decongestionare questo nodo della Piana fiorentina e migliorare la qualità della vita dei residenti.

Il nuovo tracciato fornirà inoltre un’alternativa allo spostamento tra i due centri abitati di Signa e Lastra a Signa, consentendo di rendere più fluido il traffico locale. "Non meno importanti - si legge in una nota della Regione -, saranno gli effetti di riduzione del rischio idraulico per la zona, sia per quanto riguarda le piene dell’Arno che per gli allagamenti derivanti dalle acque basse".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo ponte tra Signa e Lastra a Signa, Giani: "Pronto nel 2026". Sarà collegato alla Fi Pi Li

FirenzeToday è in caricamento