rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Prato: figlio da studente minorenne, la procura chiede 7 anni per la prof

La donna di difende: "La verità è un'altra". Imputato anche il marito, disse: "il padre sono io"

Sette anni di reclusione: è la pena richiesta dalla procura di Prato nel processo a carico dell'infermiera di 30 anni imputata di atti sessuali e violenza sessuale, nei confronti di un minorenne a cui dava ripetizioni private di inglese e da cui, due anni fa, ha avuto un figlio.

Insieme alla donna, difesa dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, è alla sbarra anche il marito, accusato di falsa attestazione di stato perchè, in una prima fase della vicenda, aveva affermato di essere lui il padre del bambino nato dalla relazione della moglie con il ragazzino.

Secondo l'accusa, l'uomo sapeva che il bambino era stato concepito con il ragazzino, oggi sedicenne, ma che all'epoca dei fatti contestati, non aveva ancora compiuto 14 anni. “Purtroppo ce l’aspettavamo, ma la nostra verità è un’altra” si è difesa l'imputata.

A denunciare l'infermiera-prof, finita ai domiciliari lo scorso marzo, era stata la madre del ragazzo. La donna aveva iniziato a notare un atteggiamento sospetto nel figlio e quest'ultimo, alla fine, le aveva confessato tutto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prato: figlio da studente minorenne, la procura chiede 7 anni per la prof

FirenzeToday è in caricamento