rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Furto di prodotti Stefano Ricci per 2 milioni ritrovati nel Milanese: partivano per la Cina

I carabinieri di Firenze hanno recuperato i prodotti della griffe fiorentina rubati il giugno scorso nella sede della maison

Stavano per prendere il volo, direzione Cina, dove li avrebbero replicati in serie. E’ quanto si apprestavano a fare sei persone, ora denunciate, rispetto ad alcuni prodotti rubati alla griffe Stefano Ricci; prodotti come fibbie, gioielli e cinture sottratti il giugno scorso nella sede della maison fiorentina di via Faentina a Fiesole.

Lo scopo sarebbe stato quello di prendere campioni e modelli, valore due milioni di euro, e farli replicare inviandoli poi sul mercato del “falso”. Due dei sei denunciati sono stati bloccati all’aeroporto di Linate, in partenza con la Cina, con indosso alcuni dei prodotti rubati.

INDAGINE - L’indagine ha portato i militari dell’Arma di Firenze nei comuni di Cesano Boscone, Peschiera Borromeo e Cusano Milanino, tutti in provincia di Milano. Il blitz si è concluso con numerose perquisizioni in magazzini, abitazioni e uffici e con sei denunce per ricettazione e traffico di merce contraffatta, introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi. 

La base logistica era l’attività commerciale di una donna del gruppo, una 52enne italiana, già nota alle forze dell’ordine. Il resto della banda era composto da un 31enne cinese, già noto alle forze dell’ordine, una 30enne cinese, disoccupata, un 53enne nato in Brasile, impiegato, già noto alle forze dell’ordine, una 36enne cinese, disoccupata, ed un 46enne coreano, commerciante e già noto alle forze dell’ordine, tutti abitanti nella provincia di Milano. L’attività di indagine, al fine di risalire ad ulteriori complici, è tuttora in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di prodotti Stefano Ricci per 2 milioni ritrovati nel Milanese: partivano per la Cina

FirenzeToday è in caricamento