rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Strage rapido 904, sentenza rinviata: Riina in barella | FOTO

Al processo d'appello la difesa ottiene la riapertura del dibattimento: a settembre in aula sei boss

Ha atteso la sentenza in barella, a causa delle sue precarie condizioni di salute, collegato in videoconferenza dalla sua cella nel carcere di Parma, il boss Totò Riina, sul banco degli imputati al processo d'appello in corso a Firenze come presunto mandante per la strage del treno rapido 904. In primo grado era stato assolto. Ma il collegio giudicante, dopo essersi riunito in camera di consiglio, ha deciso di riaprire il dibattimento a sei nuovi testimoni, che saranno ascoltati fra il 4 e il 5 settembre. 

Sono i boss Giovanni Brusca, Franco Paolo Anselmo, Baldassarre di Maggio, Calogero Gangi, Giuseppe Marchese e Leonardo Messina. Riina è accusato di essere il determinatore e l'istigatore dell'attentato che costò la vita a 16 passeggeri e dove rimasero ferite 267 persone. La richiesta di riaprire l'istruttoria era sta avanzata dalla difesa di Riina

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage rapido 904, sentenza rinviata: Riina in barella | FOTO

FirenzeToday è in caricamento