Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Processo Piscine, l'assessore Vannucci si difende: “Mai favorito nessuno”

L'ex assessore allo sport (ora al welfare e alla sanità) è sotto processo e ha deposto oggi in aula

L'assessore Andrea Vannucci “ha chiarito la sua posizione in relazione a vari momenti di questa vicenda della concessione in uso della piscina Paganelli, spiegando di aver mantenuto il suo intervento nei limiti istituzionali e di avere agito nell'esclusivo interesso pubblico”. Così l'avvocato Pier Matteo Lucibello, difensore di Vannucci, commenta a caldo la deposizione resa oggi in aula dal suo assistito, imputato insieme ad altre 5 persone accusate, a vario titolo, di turbativa d'asta e di falso nell'assegnazione a privati tramite gare della gestione di alcune piscine comunali. "Vannucci ha negato nel modo piu assoluto di aver aiutato o favorito chicchessia nel corso di questa procedure" conclude l'avvocato Lucibello.

L'assessore al welfare e alla sanità era stato rinviato a giudizio l'8 marzo 2018 dal gup Mario Profeta, a seguito di un'inchiesta della guardia di finanza di Firenze coordinata dalla pm Giuseppina Mione, sugli affidamenti delle piscine San Marcellino e Paganelli. Oltre a Vannucci, all'epoca assessore allo sport, erano stati rinviati a giudizio - e sono oggi imputati - l'allora dirigente dell'assessorato allo sport Elena Toppino, i funzionari comunali Loris Corti e Jacopo Vicini, gli imprenditori Franco Bonciani (in passato segretario locale Pd a Rignano sull'Arno) e Cipriano Catellacci. Erano stati prosciolti in fase preliminare, invece, due membri della commissione gare: Emilio Carletti e Stefano Perla.

"Sono sereno perché sono certo di aver sempre operato nel rispetto delle norme e per l'esclusivo interesse della città. Sono pertanto convinto che al processo emergerà la mia innocenza", ha sempre sostenuto Vannucci. Il processo davanti alla giudice Paola Belsito è nella fase dibattimentale.

Gli altri 5 imputati sono difesi dagli avvocati Massimo Fusi, Mario Taddeucci Sassolini, Arianna Calabria, Federico Bagattini, Neri Pinucci, Gaetano Viciconte, Vittorio Sgromo e Luca Bisori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Piscine, l'assessore Vannucci si difende: “Mai favorito nessuno”

FirenzeToday è in caricamento