menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bypass del Galluzzo, galleria pronta a febbraio: “Preoccupazione per il secondo lotto”

Anas ha appena avviato il cantiere per l'attrezzaggio del primo lotto che dovrebbe essere pronto già a febbraio. Rimane la preoccupazione per i tempi di realizzazione per il secondo lotto

Tra un paio di mesi sarà pronto il primo lotto del bypass del Galluzzo. L’opera, importante per la viabilità tra Firenze e Scandicci, che comprende oltre alla galleria anche le rotatorie di via Senese e via delle Bagnese, dovrebbe essere pronta per febbraio. Infatti l’Anas da qualche giorno ha avviato i cantieri per l’attrezzaggio della galleria delle Romite.

Il bypass viene realizzato sulla base della convenzione del 1998 e dell’accordo procedimentale del 1999 sottoscritto tra Regione, Provincia e Comune di Firenze e società Autostrade per l’Italia nell’ambito dell’attuazione degli interventi di potenziamento e messa in sicurezza dell’A1 tra Firenze nord e Firenze sud.

L’opera consentirà di alleggerire il traffico diretto a Firenze dall’autostrada e dalla superstrada Firenze - Siena, alleggerendo considerevolmente il tratto della Cassia che attraversa il Galluzzo che con la nuova struttura verrà completamente bypassato.

I lavori del primo lotto della galleria sono finiti ma spettava ad Anas attrezzare la galleria, ovvero principalmente sostenere i lavori di illuminazione. Una volta terminato l’attrezzaggio, ci saranno gli ultimi controlli e il collaudo e poi la galleria potrà essere aperta, presumibilmente a primavera.

Il Comune infatti, con una delibera approvata ormai due anni fa, ha già previsto la presa in carico della gestione, nella more del completamento del secondo lotto, di questo primo tratto di bypass completato, con la conseguente apertura anticipata, la sua gestione e la sua manutenzione.

“Rimane la preoccupazione per i tempi di realizzazione del secondo lotto - afferma il presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli - i cui ritardi sono legati a un problema di classificazione di terre di scavo. L’auspicio è quello di avere l’opera intera completata il prima possibile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento