rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
L'aggressione / Centro Storico / Via della Spada

Botte al prete per rapinarlo, carcere per un 26enne

Il giovane si trovava già a Sollicciano per un episodio analogo

I carabinieri della stazione di Firenze Palazzo Pitti hanno eseguito una misura cautelare in carcere nei confronti del 26enne somalo ritenuto responsabile della tentata rapina aggravata avvenuta in via della Spada lo scorso 7 ottobre ai danni del priore della basilica di Santo Spirito, padre Giuseppe Pagano.

Le indagini, grazie alle immagini di impianti di video sorveglianza presenti nell’area, hanno consentito di identificare l'indagato: il giovane, avvicinato il sacerdote alle 5.35 del mattino, lo aveva colpito con pugni al volto per poi impossessarsi di venti euro. A stoppare l’aggressione, come ricostruito dai militari, un residente che, sentite le grida di aiuto del priore, si affacciò alla finestra iniziando a urlare e mettendo così in fuga il 26enne. Il gip del Tribunale di Firenze, su richiesta della Procura, ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, dove il giovane già si trovava dopo essere stato arrestato a seguito di una ulteriore rapina in via degli Orti Oricellari pochi giorni dopo, il 12 ottobre. 

Rider assalito dal branco

Continua a leggere su FirenzeToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte al prete per rapinarlo, carcere per un 26enne

FirenzeToday è in caricamento