menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrore in canonica, prete rapinato nel Grossetano: fermato all'Osmannoro

Trovati 1.400 euro in contanti, coltelli e cacciaviti 

Fermato tra sabato e domenica uno dei presunti responsabili della rapina che si è svolta nella canonica della Chiesa di Santa Maria (Alberese) ai danni del parroco Claudio Piccinini. Una volante del commissariato di Sesto Fiorentino ha infatti individuato una vettura, una Passat con targa francese, a cui i carabinieri di Grosseto stavano dando la caccia dopo la brutale rapina della scorsa settimana, nella quale il don era stato aggredito e minacciato con un punteruolo da due uomini. 

I militari, grazie al sistema di controllo TargaManent, stavano infatti cercando di risalire alla vettura che è stata individuata all'angolo tra via Lucchese e via San Piero a Quaracchi. La polizia ha poi chiesto l'intervento dell'Arma che stava sviluppando l'indagine.

Il soggetto, 35enne romeno, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata. Nella vettura sono stati ritrovati anche 1.400 euro in contanti, in banconote da 50, come quelli delle offerte dei fedeli donati per risanare le campane del luogo di culto. Trovati anche due coltelli e un cacciavite. 

Nessuna traccia dei due crocefissi portati via al parroco e nemmeno della fede dei genitori che l'uomo di chiesa portava con sè. 

Brutale rapina a una studentessa


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento