Abusi sessuali su bimba di 10 anni: condannato il prete sorpreso in auto con la piccola

Pena di 4 anni e 4 mesi per il 71enne don Paolo Glaentzer

E' stato condannato dal Tribunale di Prato a 4 anni e 4 mesi per abusi sessuali su una bambina di 10 anni don Paolo Glaentzer, sorpreso nel luglio scorso nei pressi di Calenzano in auto insieme alla piccola da alcuni passanti.

In quell'occasione Glaentzer, che ha 71 anni, rischiò anche il linciaggio, evitato grazie all'intervento dei carabinieri. Dal 23 luglio scorso è agli arresti domiciliai nella sua casa di Bagni di Lucca. L'accusa aveva chiesto una condanna a 5 anni.

Il gup di Prato, Costanza Comunale, ha poi deciso una provvisionale come risarcimento danni in favore della piccola di 50mila euro. Nessuna provvisionale invece per i genitori della bambina, che erano parte civile nel processo.

La sentenza prevede tra le pene accessorie per il prete il divieto di insegnare a minori e quello di avvinarsi a luoghi di aggregazione giovanili.

Durante il procedimento il prelato, per il quale la difesa aveva chiesto la richiesta di una perizia psichiatra per verificare un'eventuale 'incapacità di intendere e volere', si era difeso dicendo che i suoi erano “gesti d''affetto” e che non credeva che la bimba “fosse così piccola”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante il procedimento è emerso che non era la prima volta che si appartava con la piccola, figlia di una famiglia con forti difficoltà.
La parrocchia dove prestava servizio Glaentzer fa parte della diocesi di Firenze, che si è costituita parte civile nel processo attraverso. “E' la prima volta – commenta il legale della diocesi, Paolo Ghetti -, che un'arcidiocesi si costituisce parte civile contro un suo prelato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Conte firma il nuovo decreto: l'elenco delle attività aperte

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: la foto in fila al supermercato diventa un simbolo 

  • Coronavirus: sì all'uso dei droni per monitorare gli spostamenti dei cittadini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento