Prete arrestato per abusi: bambina allontanata dalla famiglia

Assieme ad altri due fratelli

La chiesa di Sommaia dove don Paolo era agli arresti domiciliari

La bambina di 10 anni trovata svestita nell'auto di don Paolo Glaentzer, parroco di San Ruffignano a Sommaia a Calenzano, è stata allontanata con i fratellini dalla casa dei genitori e collocata "in luogo sicuro". E' la decisione assunta dal procuratore minorile Antonio Sangermano, che segue la vicenda con i sostituti Roberta Pieri e Filippo Focardi, e che ha coordinato l'intervento dei servizi sociali e della polizia municipale di Calenzano.

Don Paolo è agli arrestti domiciliari in una frazione di Bagni di Lucca, non più nella chiesa di Sommaia. E' accusato di abusi su minori. Sembrava che il prelato dovesse andare in carcere invece la procura ha optato per i domiciliari. 

Il provvedimento è stato adottato sulla base dell'articolo 403 del Codice civile (Intervento della pubblica autorità a favore dei minori), che recita: "Quando il minore è moralmente o materialmente abbandonato o è allevato in locali insalubri o pericolosi, oppure da persone per negligenza, immoralità, ignoranza o per altri motivi incapaci di provvedere alla sua educazione, la pubblica autorità, a mezzo degli organi di protezione dell'infanzia, lo colloca in luogo sicuro, sino a quando si possa provvedere in modo definitivo alla sua protezione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli allarmi dei servizi sociali, degli insegnanti e degli psicologi sulla situazione dei bambini risalgono al lontano 2007, come riportato dal quotidiano la Repubblica, quando la piccola era appena nata. Nel 2013 - dopo aver sperimentato invano molte forme di sostegno alla famiglia - il tribunale dei minori aveva allontanato i bambini dalla casa familiare, collocandoli in istituto, ma nel 2016 la corte di appello ha accolto il ricorso dei genitori (contro il parere dei servizi sociali) e ha rimandato i bambini in famiglia. I genitori sono entrambi disabili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Archeologia: scoperto gigantesco santuario dedicato ad Apollo

  • Campi Bisenzio: nuovo casello autostradale 

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento