Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Marradi

Il ritorno commosso del presidente della Cei nella sua Marradi / FOTO

L’arcivescovo Gualtiero Bassetti ha inaugurato il percorso della memoria: “l’altro non è mai un avversario”

Il nuovo corso della Chiesa cattolica voluto da Papa Francesco ha anche il suo volto. Il marradese Gualtiero Bassetti, cardinale e da anni arcivescovo di Perugia, è stato nominato a maggio nuovo presidente della Cei. E’ un “prete di strada” (così come lui stesso si definisce). Ieri Bassetti ha voluto passare un’intera giornata nella sua città natale, Marradi. “Sono nato a Popolano (frazione di Marradi) nel 1942, non tornavo qui in modo così sentito da molto tempo”, ha detto ai marradesi che ha incontrato nel pomeriggio al Teatro degli Animosi. 

Ieri mattina l’arcivescovo ha inaugurato il percorso della memoria di Crespino sul Lamone, frazione della cittadina mugellana.   Qui sono ancora aperte le ferite della seconda guerra mondiale: furono uccise 44 persone dall’esercito nazifascista. Totem e pannelli informativi adesso raccontano la drammatica pagina di storia che segnò per sempre la comunità crespinese. Furono massacrati 44 civili  tra cui il parroco don Trioschi, fucilati sul greto del fiume Lamone. Da allora i loro resti riposano nel sacrario-ossario eretto vicino al greto. Dalla chiesa, dove su un fianco saranno riportati i nomi, il “Cammino della Memoria” lo raggiungerà, appena terminati gli ultimi lavori, in un percorso di ricordo ma anche di preghiera. “Vogliamo pace e fraternità - ha detto Bassetti -, l’altro non deve mai essere considerato un nostro avversario, nell’altro dobbiamo vedere noi stessi”.

Ma il pensiero del presidente della Cei è andato anche ai suoi ricordi d’infanzia. “Ho riconosciuto i ragazzi con cui giocavo - ha raccontato - adesso sono tutti nonni”. Come Papa Francesco, ha voluto rivolgersi ai più giovani, ma lo ha fatto citando un illustre fiorentino: il sindaco santo Giorgio La Pira. “Lui diceva che i giovani sono come le rondini, uccelli migratori che hanno bisogno di sostegni in mare altrimenti cadrebbero – ha spiegato il cardinale rivolgendosi ai marradesi –. Noi adulti dobbiamo essere i lor punti di appoggio, dobbiamo accompagnarli”.

Ha anche parlato del Natale. “Tempo fa su proposta di Papa Francesco sono andato ad accendere l’albero di natale a Betlemme. Ho appreso con dolore che quest’anno non sarà acceso”. E poi ha pungolato i cattolici: “Dobbiamo cambiare stile di vita, si buttano via tanti quattrini in cose inutili anziché aiutando i più poveri”.

Marradi, visita del presidente della Cei Gualtiero Bassetti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno commosso del presidente della Cei nella sua Marradi / FOTO

FirenzeToday è in caricamento