Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus e vaccini, portale chiuso per gli under 60. Giani: "A luglio nessun rinvio"

In attesa delle dosi promesse dal commissario Figliuolo, Giani: “Impossibile confermare le somministrazioni di giugno”

In Toscana il portale per prenotare i vaccini anti coronavirus resta chiuso sia per gli under 60 che per gli anticipi dei richiami, mentre risulta aperto per gli estremamente fragili e per gli over 60. A confermarlo, a margine di una conferenza stampa, è il presidente della Regione, Eugenio Giani.

"Ad oggi abbiamo una situazione estremamente precisa. Abbiamo razionalizzato tutte le prenotazioni nel mese di luglio. Se apriamo il portale per anticipare la somministrazione di seconde dosi questo equilibrio si turba. Quindi cerchiamo per questi 4-5 giorni di tenere la situazione così com'è", dice Giani. Uno stop alle nuove prenotazioni che quindi dovrebbe durare altri 4-5 giorni.

“Riapriremo il portale quando vediamo che non siamo in una situazione di 'pino' come oggi, ma che ci sono degli spazi per anticipare o modificare le date. Per ora chiediamo a tutti di avere pazienza, perché con questo meccanismo – sottolinea il presidente della Regione -, abbiamo garantito di non dover far slittare dosi che erano state prenotate per luglio. Nessuno in Toscana, a differenza che in altre regioni, ha dovuto rinviare la prenotazione di questo mese".

Giani si dice dunque certo che nessun appuntamento di luglio sarà disdettato e dichiara nuovamente, come nei giorni scorsi, di avere avuto rassicurazioni dal commissario Figliuolo per la fornitura di nuovi dosi, che tuttavia “non è tale da poterci far fare il numero di dosi che avevamo fatto a giugno”. Resta però l'obiettivo dell'immunità di gregge (75-80% di persone vaccinate) entro fine settembre.

Green pass, come evitare le truffe

L'obiettivo, prosegue il presidente, è "arrivare a settembre a quei 2,9 milioni di vaccinati (con doppia dose, ndr) che per una popolazione di 3,668 milioni di abitanti è l'immunità di gregge". A questa mattina (con 58 nuovi casi registrati) le dosi totali somministrate erano oltre i 3 milioni e 105mila.

Vaccinazione eterologa per over 60

Quanto alla vaccinazione eterologa, Giani precisa che per gli over 60 è possibile solo in caso di indicazione medica.

“Laddove il medico certifica che dal punto di vista medico si rende opportuna perché ci sono state delle controindicazioni derivanti dalla prima dose o ci sono documentate situazioni che la persona ha messo in evidenza, sì, è possibile, ma queste – sottolinea Giani - sono eccezioni. Tutti – aggiunge -, si possono sentire tranquilli, perché il rendimento immunologico di AstraZeneca o di Johnson&Johnson, che ho fatto io, è ottimale oltre i 60 anni. Quindi non vedo perché si debba modificare soprattutto quando uno ha già fatto la prima dose di AstraZeneca". (Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e vaccini, portale chiuso per gli under 60. Giani: "A luglio nessun rinvio"

FirenzeToday è in caricamento