menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Prefetto in visita istituzionale nel Comune di Bagno a Ripoli

“Qui reati in calo ma dovere civico essere cittadini attivi e segnalare alle forze dell'ordine, non sui social. Ecco perché nasce controllo di vicinato”

Stamani il prefetto Laura Lega ha fatto visita all'amministrazione comunale di Bagno a Ripoli. Ad accoglierla nella sede del municipio il sindaco Francesco Casini, la giunta comunale e una rappresentanza dei consiglieri comunali. La visita per il Prefetto è stata l'occasione per fare il punto sui temi della sicurezza e della legalità sul territorio comunale ed incontrare direttamente i soggetti che operano nel campo a prevenzione e tutela dei cittadini. Accanto agli amministratori, presenti i rappresentanti delle forze dell’ordine, carabinieri e polizia municipale, e le associazioni di volontariato e di Protezione civile. All'incontro, inoltre, hanno preso parte le associazioni di categoria Confcommercio, Cna e Confesercenti.

Il Prefetto, ospitato nella sala del Consiglio comunale “Falcone e Borsellino”, ha assicurato che “i dati sulla criminalità e tutti i tipi di reato a Bagno a Ripoli diminuiscono, anche quelli legati alla droga”. Ma ha sottolineato l'importanza di avere “cittadini attivi, che denuncino e segnalino alle forze dell’ordine anziché sui social network, un dovere civico”. Da qui, ha spiegato il Prefetto, la “realizzazione del controllo di vicinato”, a cui il comune di Bagno a Ripoli è stato tra i primi nell'area metropolitana ad aderire, “un modo di fare squadra tra forze dell'ordine, istituzioni, cittadini” che proprio oggi pomeriggio sarà sottoscritto ufficialmente dalle amministrazioni del territorio.

Il Prefetto ha inoltre ricordato come “si debbano mettere in sicurezza i nostri territori anche dalla macro criminalità, di cui forse le persone si accorgono di meno, ma che pure esiste. Tocca i tessuti produttivi ed è silenziosamente presente anche in territori con molto sviluppo economico o grandi flussi di denaro pubblico come nella provincia fiorentina: per questo dobbiamo stare vicini alle piccole e medie imprese, capire se hanno difficoltà economiche e ad accedere al credito prima che si rivolgano alla criminalità”.

Il sindaco Casini a nome dell'amministrazione comunale ha ringraziato il Prefetto per la visita istituzionale. “La vicinanza delle forze dell'ordine, la loro presenza diretta sul territorio, è fondamentale quando si parla di temi importanti e delicati come la sicurezza e la legalità, per non far sentire soli istituzioni e cittadini. Un ringraziamento al Prefetto per aver voluto incontrare le donne e gli uomini che ogni giorno sono al lavoro sul territorio per contrastare e prevenire la criminalità e garantire alla nostra comunità un'elevata qualità della vita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, netto calo dei nuovi casi in Toscana: sono 644

  • Cronaca

    Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Economia

    Rider: accordo Regione-sindacati per i diritti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento