L’allarme

Povertà, in Toscana aumentano le richieste di aiuto alla Caritas

La Regione è prima in Italia per persone seguite da più di 5 anni 

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Un triste record nazionale dei poveri 'cronici' – coloro che chiedono aiuto continuativamente da più di 5 anni – e aumento delle persone che sono costrette a farsi aiutare dalla Caritas per andare avanti. Se è vero, come riporta il Corriere Fiorentino, che nel dossier annuale della Caritas è sottolineato che tutti i centri nazionali hanno avuto un aumento di richieste di aiuto pari al 5,4 per cento – in Italia in aumento del 40 per cento dal 2019 a oggi – i dati che riguardano la Toscana sono sempre più preoccupanti.

E lo sono ancora di più quelli riferiti ai poveri cronici, che nel 2023 in Toscana hanno raggiunto il 42 per cento a fronte di una media nazionale di circa la metà: 25 per cento. Un dato che fa della nostra Regione la primatista in Italia davanti a Basilicata, 32 per cento, Abruzzo e Molise, 29 per cento. 

A rivolgersi ai centri Caritas sarebbero in prevalenza cittadini di sesso maschile, il 56 per cento contro il 44 delle donne, e il 32,8 per cento del totale è italiano. E solo in alcuni casi si parla di persone in cerca di lavoro.

Nel dossier si sottolinea che la Toscana è la seconda regione italiana dove si registra il più alto numero di persone che si rivolge alla Caritas nonostante abbia un lavoro. Un fatto dettato dal cosiddetto lavoro povero per un quarto delle persone, il 26,1 per cento. Precarietà e basse remunerazioni, soprattutto tra i giovani insieme a un forte incremento del part time – spesso fittizio – stagnazione dei salari e bassa occupazione femminile, tra le cause.

Tra i lavoratori poveri si contano in prevalenza genitori, il 78 per cento e domiciliati in case in affitto, 76 per cento. Circa la metà sono coniugati, il 52,1 per cento, il 51,6 per cento sono uomini e il 48,4 donne. Il 65 per cento sono persone di cittadinanza straniera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Povertà, in Toscana aumentano le richieste di aiuto alla Caritas
FirenzeToday è in caricamento