menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La crepa sul ponte San Niccolò

La crepa sul ponte San Niccolò

Genova: il ponte del centro firmato da Morandi sotto osservazione 

Emersa un'erosione dell’alveo del fiume in corrispondenza della pila sul lato di piazza Cestello. Palazzo Vecchio rassicura sulla crepa sul ponte San Niccolò

Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova Palazzo Vecchio ha voluto rassicurare sugli interventi al Ponte Vespucci. Infrastruttura, quest'ultima, progettata infatti dal medesimo ingegnere Riccardo Morandi. "Il Ponte Vespucci - precisano gli uffici tecnici - è sotto costante osservazione da tempo e sarà oggetto dal mese di settembre di interventi per il consolidamento delle fondazione". 

“Oltre ai classici monitoraggi statici effettuati sui ponti l’Amministrazione fin dal 2015, in collaborazione con l’Università di Firenze ha effettuato studi idraulici e morfologici del fiume Arno e delle fondazioni dei ponti fiorentini. Nell’ambito di tali studi è emersa nel corso del 2016 una erosione dell’alveo del fiume in corrispondenza della pila in sinistra idraulica (lato piazza Cestello) con scalzamento dei pali di fondazione del Ponte Vespucci. A seguito di tale fenomeno fin dal gennaio 2016 è stato istituito il divieto di transito ai veicoli in attesa di ulteriori verifiche”. “Sono state quindi effettuate prove di carico per la valutazione della sicurezza del ponte ed è stato quindi dotato di un certificato di idoneità statica con limiti alla transitabilità del ponte. Oggi è prevista una limitazione di transito per i mezzi di carico a 20 tonnellate”.

Per la definizione del progetto di ripristino sono state effettuate rilevazioni batimetriche e laser scanner. È stata attivata anche una collaborazione con il dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Firenze. Le prove sono proseguite, l’ultima prova dinamica è stata effettuata il 12 luglio. È stato quindi redatto il progetto dell’intervento che è stato finanziato dall’Amministrazione comunale. Il 31 luglio si è tenuta una conferenza dei servizi con tutti i soggetti interessati per la definizione delle modalità esecutive di intervento e soprattutto della cantierizzazioni. I lavori sono stati assegnati e l’avvio è previsto a settembre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento