Polizia municipale, il nuovo comandante si presenta: "No al taser per i vigili"

Giacomo Tinella, 54enne, arriva da Genova: “Confermato vigile di quartiere e unità cinofila”

Nardella con il comandante Tinella

L'ipotesi del taser, la pistola elettrica, in dotazione alla polizia municipale, “non è un argomento all'ordine del giorno”.

A dirlo, un no secco ad una richiesta più volte portata in consiglio comunale dalla Lega, è il nuovo comandante dei vigili urbani di Firenze, il 54enne Giacomo Tinella, arrivato in città un mese fa da Genova ma presentato alla stampa questa mattina in Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella.

Tinella, scelto dal Comune di Firenze dopo un apposito bando e selezione tra 53 candidati, ha voluto elogiare il 'corpo' trovato nel capoluogo toscano, che dopo le ultime assunzioni arriva a sfiorare le mille persone tra donne e uomini.

“Ho trovato un corpo molto preparato, con competenze importanti. E una struttura dinamica, flessibile e pronta a rispondere alle varie esigenze della città”, ha detto Tinella.

Quanto all'iniziativa del vigile di quartiere, ha assicurato il nuovo comandante “sarà potenziata e rinforzata perché compito degli agenti è stare in mezzo alla strada per intercettare i bisogni della città”.

Tinella ha in mente nuovi interventi ad hoc delle pattuglie “di comunità”. “Individueremo, confrontandoci anche con cittadini, presidenti di quartiere e comitati, le zone e le strade con criticità maggiori e che hanno bisogno di un'attenzione particolare”, assicura il comandante.

Altro impegno sarà quello di “migliorare la sicurezza stradale” attraverso “programmazione e pianificazione”. Tinella su questo fronte annuncia “uno sforzo ulteriore per contrastare comportamenti che mettono a rischio l'incolumità delle persone come la velocità o l'abuso di  alcol o stupefacenti”.

E a proposito di stupefacenti, il nuovo comandante conferma la volontà di andare avanti con l'unità cinofila antidroga da poco introdotta nella polizia municipale di Firenze.

Altre priorità saranno “il contrasto all'abusivismo commerciale ('situazione già molto migliorata, non si vedono più le distese di tappetini al Duomo', aveva detto in mattinata Nardella intervistato da Radio Toscana, ndr) e il presidio del centro storico e dei grandi flussi turistici di questa città”.

“Condividiamo a pieno il punto di vista, la visione e il metodo di lavoro di Giacomo Tinella, caratteristiche che hanno contribuito al fatto che selezionassimo lui come nuovo comandante”, ha commentato Nardella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi mesi una delle sfide da affrontare per il nuovo comandante sarà senz'altro quella della mobilità, con il via ai cantieri delle nuove linee della tramvia per Bagno a Ripoli (entro l'anno) e del braccio per piazza San Marco (fine estate).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento