Martedì, 23 Luglio 2024
Il caso / Il Poggetto / Via Lorenzo Bardelli

Poggetto, i residenti lanciano una petizione contro il degrado: “Vogliamo un incontro con Funaro”

Gli abitanti della zona si dicono “Esasperati dagli episodi di violenza e illegalità alla luce del sole”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Una raccolta firme per cercare di cambiare le sorti del Poggetto. È quella che hanno appena lanciato online su change.org i residenti del Poggetto per chiedere un incontro alla neo sindaca Sara Funaro. Una petizione online – a cui tutti possono aderire e che può essere firmata dai residenti su carta alla Rusticheria -  e che ha già raccolto più di 100 firme in meno di 24 ore.

“Gentilissima Sindaca Funaro – si legge nella petizione - siamo un gruppo di residenti della zona denominata 'Il Poggetto' a Firenze che, ormai esasperati dagli episodi di violenza, degrado e illegalità che avvengono alla luce del sole, le chiedono urgentemente un appuntamento”.

Nella petizione, i residenti fanno un breve riassunto degli ultimi accadimenti legati alla presenza del palazzo di via Bardelli 20, occupato abusivamente, e dove nell'ultimo anno sono avvenuti due accoltellamenti – il primo a settembre 2023, il secondo a giugno di quest'anno – mentre pochi giorni fa alle 6 del mattino un uomo è stato buttato fuori dalla palazzina e lasciato in strada in preda a dolori lancinanti, con gli abitanti della zona che avevano subito chiamato l'ambulanza temendo il peggio.

A questo si aggiunge il problema, come più volte ripetuto dai residenti, che “Nel palazzo occupato si alternano diverse persone, tra cui spacciatori in diretto contatto con chi bivacca nell’area dell’ex Prestige di via Burci” oltre al fatto che “Esiste una sentenza del tribunale del settembre 2023 e un nuovo sollecito di marzo 2024 che chiede lo sgombero immediato del suddetto palazzo, ma ancora non attuata” e che nonostante siano ripresi i lavori all’interno del 'Mostro del Poggetto' lo spaccio sarebbe "alla luce del sole".

“Sono due situazioni collegate ed esplosive – si puntualizza nella petizione - e nemmeno due accoltellamenti sono stati sufficienti per suscitare l’attenzione del Comune e risolverle definitivamente. Le chiediamo di ascoltarci in modo da dettagliarle la situazione perché, nonostante i nostri esposti alla procura della Repubblica e le nostre mail a tutte le istituzioni locali, niente è cambiato in più di 10 anni e nessuno ci ha mai aggiornato sull’avanzamento dei provvedimenti che dovrebbero portare allo sgombero”.

Non ultimo, secondo i promotori della petizione, "considerata la fatiscenza dell’immobile" il problema dell'agibilità dello stabile occupato "pericoloso sia per le persone che lo occupano sia per i passanti e i residenti adiacenti".

Occupanti che, essendo privi di sistemi di raccolta rifiuti, "abbandonano di tutto nelle aree adiacenti, aumentando ulteriormente il degrado del quartiere" e per il quale insieme all'invito ad ottenere ricevimento dalla sindaca, i firmatari annunciano che scriveranno "per opportuna conoscenza, anche all’ufficio di igiene pubblica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poggetto, i residenti lanciano una petizione contro il degrado: “Vogliamo un incontro con Funaro”
FirenzeToday è in caricamento