rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Pitti Pets: dalle acque profumate agli "hamburger" per cani (commestibili dall'uomo)

Una vera e propria rivoluzione che ha catalizzato l'attenzione di questa 103esima edizione di Pitti Uomo: si tratta dello spazio dedicato agli amici animali che per la prima volta è stato creato nella kermesse fiorentina

Una cuccia imbottita di lana e di scarto di pelo della toelettatura? Una ciotola personalizzabile realizzata con plastica riciclata da una stampante 3D? Oppure preferite una ciotola interamente d'argento? Questo e molto altro è possibile trovare a Pitti Uomo 103. Alcuni si chiederanno come sia possibile visto che Pitti è da sempre la kermesse della moda maschile e femminile, ma quest'anno, visto il crescente interesse verso il mondo del fashion per gli animali da compagnia, è stato deciso di creare uno spazio dedicato solo ai "pets".

Sono 15 le aziende raggruppate in Pitti Pets nella Polveriera, ma non sono le uniche ad esempio I love my dog si trova in Armeria. "Abbiamo deciso di fare una cosa a parte, non è il primo Pitti che facciamo e siamo una delle prime aziende che ha portato in questo ambiente la moda per i nostri amici a quattro zampe, sognavo che venisse fatto un Pitti Pets e quindi sono molto soddisfatto", ha dichiarato Tommaso Baroncelli proprietario dell'azienda insieme alla moglie Camilla Vincenzi. Era il 2005 quando i due hanno deciso di iniziare questa attività imprenditoriale e all'inizio in molti rifiutavano di accoglierli nei loro store: "Anni fa quando chiamavo i negozi per proporre alcuni nostri articoli quasi tutti ci rifiutavano, io provavo a far capire che sarebbe stato il futuro, ma non cambiavano idea. Adesso è tutto diverso". Poi è arrivato il successo e con questo le collaborazioni con Missoni, Luisa Via Roma, Roberto Cavalli. "Per 4 anni circa siamo stati Amici del Meyer" racconta con orgoglio Baroncelli che è un fiorentino doc. I loro prodotti più venduti sono i piumini (140,00 euro) e le felpe (circa 90 euro) che vestono fino alla 8xl (quindi Akita e Mastino Napoletano) e ovviamente anche i prodotti coordinati tra padrone e animali vanno per la maggiore. I loro testimonial sono due carlini Trippa e Lampredotto: un vero e proprio omaggio a Firenze.

Il loro principale mercato non è l'Europa, in "Italia siamo ancora molto indietro", e anche le altre aziende (che più giù vi racconteremo) hanno espresso il medesimo bilancio. Dall'Asia (in particolare Corea, Giappone e Hong Kong), Stati Uniti, Canada e Australia arrivano i più grandi compratori. Per questo motivo essere a Pitti Uomo per loro è un'importante vetrina.

Trippa e Lampredotto

Ciotole in argento e acque profumate per cani

"Ci siamo resi conto che la domanda c'è, ma il compratore fa difficoltà a trovare ciò che cerca perché nel nostro Paese ancora siamo diffidenti" spiegano da Manto start up innovativa che ha brevettato l'imbottitura fatta di lana e resti di pelo della toelettatura di "maltesi e barboncini". "Siamo contenti di essere a Pitti Pets e infatti abbiamo deciso di lanciare qui nuove linee di prodotti tra cui la cuccia imbottita di Baulan un nostro brevetto che prevede l'uso della lana e anche del pelo dei cani. Questo è stato possibile grazie alla collaborazione con una toelettatura di Bergamo e un ovattificio". Le cucce realizzate da Manto avranno un costo sostenuto, oltre 600 euro, ma sono tecnologicamente avanzate, ce ne ha parlato Gregorio Calissi, il fondatore: "Il sacco della cuccia è in grafene che permette di dissipare meglio il calore e quindi aiuta la termoregolazione dell'animale. Anche l'imbottitura ha la stessa funzione oltre ovviamente alla comodità, con questa composizione l'animale non sarà mai sovra riscaldato e quindi non avrà neanche bisogno di stendersi sul pavimento per cercare refrigerio".

Tra le novità anche le acque profumate contenenti le proteine della seta e il pantenolo che sono prodotte in un "laboratorio che produce profumi di alta gamma". Sono studiati per non compromettere l'odore dell'animale, per non provocare disturbo cutaneo e in poche parole sono pensati più per il padrone che per il cane stesso "perché lui neanche si renderà conto di 'indossarlo'". Le acque e la cuccia saranno in vendita dalla prossima settimana, ovvero dopo il lancio a Pitti, ma altri prodotti per la cura del cane come le creme per i polpastrelli o il tartufo sono già in vendita sul loro sito e in alcune farmacie (controllare il sito web manto.pet).

manto-pitti-uomo-103-1

A rappresentare Firenze uno dei brand storici in fatto di moda per pet: Emma Firenze. L'azienda di Simone Pierattini Fammoni, che porta il nome della sua amata cagnolina, è specializzata in prodotti di lusso (i prezzi dei prodotti vanno dai 38 euro per i collari in tessuto agli oltre 500 per le borse e altri accessori). "Per me è una conquista essere a Pitti oggi perché l'idea di Emma Firenze è nata proprio dalla volontà di creare oggetti per i nostri amici a quattro zampe con gli stessi materiali, e la stessa cura, che viene impiegata per la moda da bipedi" ha spiegato Pierattini Fammoni che con orgoglio ha anche sottolineato come tutto venga prodotto a Firenze, dai collari alle ciotole anche in argento (costo oltre i 200 euro).

La forza del brand sta nella personalizzazione e nel produrre su misura consentendo quindi la vestibilità a tutte le taglie e razze. Emma Firenze offre un'ampia gamma di prodotti: dai collari ai guinzagli fino agli impermeabili e c'è sempre la possibilità di creare un coordinato tra padrone e animale. "Le nostre novità sono le borse, le abbiamo iniziate a produrre da due anni e la risposta è molto buona. Il nostro principale mercato di riferimento è l'Oriente, poi gli Stati Uniti e l'Australia. Lì anche ciò che è provocatorio va molto e non si scandalizzano per un foulard in coordinato con il guinzaglio". 

La plastica riciclata per ciotole e l'hamburger monoporzione che non va in frigo

Di diversa natura sono le due aziende Ominiagioia di Daria Lo Giudice e Ileana Ciamarone e Genuina.

La prima realizza accessori per cani e gatti con le bottiglie di plastica riciclata e nello spazio a loro dedicato avevano portato anche la stampante 3D che utilizzano per creare ciotole, porta sacchetti per i bisogni e anche il contenitore per crocchette. Lo stile è minimal e i colori vanno dal nero al salvia tenue. Molta attenzione hanno dedicato al design che si può adattare ad ogni casa, le ciotole possono essere personalizzate con il nome del cucciolo o anche di un'azienda e tutti i prodotti vengono realizzati solo su commissione (Ominiagioia.com). "Tutto è nato quando ci siamo rese conto che nessuno proponeva un prodotto totalmente riciclato. Due anni fa è entrata nella mia vita Omnia e volevo comprare per le e per la casa qualcosa che non fosse fatto con materie prime e così con con Ileana, che ha Gioia da 13 anni, ci siamo messe in società" ha spiegato Daria Lo Giudice. Le due sono amiche da sempre e l'amore per gli amici a quattro zampe le ha ispirate a creare qualcosa che oltre ad essere bello sia anche sostenibile. 

Dopo due anni di studio e di prototipi a ottobre hanno lanciato il loro sito web e Pitti per loro è un vero e proprio trampolino di lancio. Producono anche dei maglioncini realizzati con un filamento riciclato, certificato rcs, realizzato in Toscana. "Per noi era importante creare un prodotto bello e di design, che può essere considerato di lusso, ma che nasce dallo scarto". I prezzi sono 22 euro per i porta sacchetti, dai 34 ai 38 euro per le ciotole (a cui si aggiungono 10 euro per la personalizzazione), 190 e 220 euro per il contenitore di crocchette piccolo e grande. 

Genuina è invece un'azienda che produce cibo monoporzione per cani, o meglio produce degli hamburger che non devono essere conservati in frigo (la scadenza è dopo 18 mesi) e che sono un pasto completo. "I nostri prodotti sono realizzati con materie prime di ottima qualità commestibili anche dall'uomo, ma che vengono declassati al mondo pet" ha spiegato Marcello Negri, titolare dell'azienda (ma non per questo vuol dire che vano mangiati, ndr). Le grammature sono 30, 90 e 200 gr e sono a tutti gli effetti dei sostituti di crocchette e patè, non hanno bisogno di alcuna lavorazione: bisogna solo aprire l'involucro e metterlo nella ciotola. Oltre agli hamburger, che sono disponibili anche in versione vegana e vegetariana ma che non possono andare a sostituire la componente proteica della carne, producono snack a base di pollo, vitello o manzo e anche dei dolcetti. I prezzi partono da circa 2,50 a pasto (genuinapetfood.it).

Pitti Uomo 103: l'edizione pet friendly

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pitti Pets: dalle acque profumate agli "hamburger" per cani (commestibili dall'uomo)

FirenzeToday è in caricamento