menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santo Spirito, il sagrato è vietato: ora fioriere, poi cordonato. Chi sgarra rischia multe fino a 1.000 euro / FOTO

In vigore la nuova ordinanza del sindaco: fioriere a 'recintare' sagrato e pattuglie fisse di vigili, dal 1° giugno arriva il cordone

Da ieri il sagrato della basilica di piazza Santo Spirito è off limits, vietato. In base alla nuova ordinanza del sindaco, entrata in vigore ieri, sul sagrato non è più possibile non solo sedersi, mangiare o bere, ma anche solo 'stazionare', 24 ore su 24, o 'transitare', tranne alcune eccezioni.

Sui gradini, durante la settimana, è ancora possibile sedersi, ma senza consumare né bevande né cibi. Nei fine settimana invece, secondo quanto stabilisce un'altra ordinanza, in vigore già da venerdì scorso, nell'intera piazza vige il divieto anche di fermarsi ('stazionare') tra le 16 e le 22, nei giorni di venerdì, sabato e domenica. Provvedimenti arrivati dopo le immagini viste il 25 Aprile, con migliaia di persone che si sono riversate in piazza a festeggiare.

Le nuove norme "vietano lo stazionamento e il consumo di cibi e bevande di qualsiasi genere sull'intero sagrato della basilica di Santo Spirito, sia davanti alla facciata principale che davanti a quella laterale" e "il transito è consentito unicamente per l'accesso alla basilica, fatte salve le iniziative promosse o autorizzate dal Comune o dalle autorità religiose".

E ieri il sagrato appariva già circondato da decine di fioriere, con pattuglie fisse dei vigili urbani che avvisavano delle nuove disposizioni chi, nel tardo pomeriggio, osava avventurarsi verso il sagrato o si avvicinava agli scalini con un drink, una birra o un panino in mano. "Potete sedervi, ma senza consumare nulla".

Sulle nuove norme la piazza si divide

Un po' di sorpresa ma, almeno ieri, piazza abbastanza vuota e sagrato deserto come è difficile ricordare. Dal 1° giugno invece a 'recintare' il sagrato arriveranno paletti e cordone, dopo il via libera della Soprintendenza al progetto che dovrebbe arrivare in queste ore.

Soddisfazione dal 'Comitato dei residenti di Santo Spirito', che con la portavoce Camilla Speranza parla di "una basilica oggi più bella di sempre. E' una prima pietra miliare e indietro non si torna. La speranza sarebbe vedere la basilica con il suo sagrato e le scalinate sempre così, rispettata e amata". Comitato che pressa il Comune per andare ancora oltre e posizionare una vera e propria cancellata.

Non tutti però la pensano così. A partire dai gestori dei locali della piazza: "Va bene sanzionare i comportamenti scorretti, ma nel sedersi a mangiare un panino non ci vedo nulla di male", diceva un gestore venerdì scorso. Gestori che, al pari dei tanti frequentatori della piazza, chiedono anche più bagni pubblici. Possibilmente gratuiti. Nel frattempo, per chi non rispetta i nuovi divieti previste multe tra i 400 e 1.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento