Cronaca

Palazzo Vecchio lancia il piano "Zone 30": dodici aree a velocità ridotta

Nuove zone con limite di 30 km all'ora, dall'Isolotto fino alle Cure. Ecco tutte le zone coinvolte

Dodici nuove zone a 30 km all'ora, dall'Isolotto fino alle Cure. Nel progetto "aree a velocità ridotta per tutti i veicoli" di Palazzo Vecchio, riporta l'edizione odierna de La Repubblica Firenze, ci sono Gignoro, Galluzzo, via di Ripoli e viale Giannotti. In particolare, entro settembre tutte le strade del villaggio Forlanini a Novoli saranno "zona 30", cioè con limite massimo di velocità a 30 chilometri orari.

Poi, prosegue La Repubblica Firenze, l'andamento lento si estenderà al Sodo, sempre nel Quartiere 5, in una decina di vie. E nel corso del 2022 per far frenare i motori ci sono progetti per mezza città: via di Ripoli a Gavinana, tutto il quadrante di piazza dell'Isolotto, il Gignoro, l'area delle Cure a ridosso del Mugnone. E ancora via Datini, l'area di Castello nei pressi della villa medicea.

Le aree a velocità ridotta sono aree previste dal Codice della strada dove, per sicurezza stradale ma anche per la riduzione delle emissioni, per il Comune è possibile stabilire un limite massimo di velocità di 30 all'ora per i veicoli contro i 50 standard nei centri urbani, sottolinea sempre La Repubblica Firenze

Assessore Giorgetti: "Limite di 30 km orari ragionevole in area urbana"

"Crediamo che in area urbana il limite di 30 sia ragionevole e possa aiutare tanto sul fronte della sicurezza, specie in zone piene di intersezioni e incroci, tanto per la riduzione delle emissioni inquinanti. Abbiamo un piano per realizzare nuove zone 30 in tutti i quartieri e per il centro storico ci impegneremo per integrare l'attuale segnaletica che è verticale alle porte d'ingresso della Ztl con una segnaletica anche a terra, dei pittogrammi dal diametro di 90 centimetri rossi e bianchi che indichino che siamo in zona 30 e verranno messi su tutta la viabilità e a ridosso degli incroci" ha annunciato a La Repubblica Firenze l'assessore al traffico Stefano Giorgetti. Pare che trattandosi di segnaletica di sicurezza non ci sia nemmeno bisogno del nulla osta della Soprintendenza. Il piano di Palazzo Vecchio è ancora in fase preliminare ma già dettagliato sulle location.

Le strade

Nel Q2 - spiega La Repubblica Firenze - le aree individuate salvo verifiche sono le Cure fra il Mugnone, viale Volta, via Brunetto Latini e via Maffei; il Gignoro da via del Mezzetta a via Novelli e via D'Annunzio, poi forse anche l'area di via Verga e via Salvi Cristiani dove ci sono una Coop e la scuola.

Nel Q3 c'è un progetto per via di Ripoli che prevede una zona 30 da costruire con un nuovo disegno della sosta: in pratica le strisce bianche e blu potrebbero essere riposizionate in maniera alternata a destra e a sinistra rispetto al senso di marcia e alternata con nuovi arredi urbani, di modo da impedire quasi fisicamente una corsa eccessiva delle auto. Poi l'altra zona nel quartiere 3 è il rettangolo tra viale Giannotti, via Erbosa, via Villamagna, piazza Gualfredotto e via Castiglionchio, Datini compresa. Esperimento di zona 30 forse anche al Galluzzo, da piazza Don Puliti fino al parco Tanini fino a via Silvani.

Nel Q4 l'idea è di intervenire in tutta la zona di piazza Isolotto, stabilendo un confine in viale dei Platani, fino alla Montagnola, con dentro lungarno dei Pioppi.

Nel Q5 si parte a settembre con il villaggio Forlanini, poi il Sodo: un'area che va da Sestese a via Reginaldo Giuliani fino al parco Mario Luzi, che è all'altezza di via Bechi dove c'è la villa di Castello; poi si dovrebbe passare a Peretola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Vecchio lancia il piano "Zone 30": dodici aree a velocità ridotta

FirenzeToday è in caricamento