Pelago, pensionato trovato ubriaco alla guida tenta di corrompere i carabinieri

L'uomo ha offerto ai militari 500 euro a testa per lasciarlo andare

Nella serata di ieri, mercoledì, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato in stato di libertà per istigazione alla corruzione un pensionato 67enne della zona.

L’uomo, trovato nei pressi di Pelago alla guida del proprio autoveicolo con un tasso alcolico quasi 3 volte superiore ai limiti di legge, tra la prima e la seconda prova all’alcoltest, ha offerto, verbalmente, ai militari una somma di denaro pari a 500 euro ciascuno pur di sottrarsi al definitivo accertamento del proprio stato di alterazione psico-fisica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per lui, oltre alle denunce penali, sono scattati anche il ritiro della patente ed il sequestro amministrativo del mezzo, risultato peraltro privo della copertura assicurativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento