Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lungarni pedonali: si parte / VIDEO

Stop ai veicoli, motorini inclusi, sui lungarni Acciaiuoli-Archibusieri e Anna Maria Luisa de’ Medici, Nardella: "Prima era un'autostrada, avanti con le pedonalizzazioni"

 

Da questa mattina, sabato 5 settembre, è iniziata la pedonalizzazione dei lungarni Acciaiuoli-Archibusieri e Anna Maria Luisa de’ Medici, come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Dario Nardella.

"Erano un'autostrada. Di fronte agli Uffizi transitavano 2,5 milioni di veicoli all'anno. Con questa operazione ampliamo ancora le aree pedonali e andremo avanti con le pedonalizzazioni", le parole del sindaco, questa mattina al taglio del nastro.

In concreto da sabato i lungarni Acciauoli, Archibusieri e Anna Maria Luisa De’ Medici andranno ad ampliare l’area pedonale di tipo E già in vigore e denominata 'Por Santa Maria'.

Quindi, spiega Palazzo Vecchio “una pedonalizzazione in vigore tutti i giorni h24 e che prevede il divieto di sosta e circolazione a qualsiasi tipo di veicolo a motore con deroghe solo per biciclette, mezzi di soccorso, forze dell'ordine e pulizia urbana, trasporto merci in orario 6-9 del mattino, veicoli a servizio dei clienti delle attività ricettive per carico/scarico bagagli, veicoli diretti alle autorimesse, mezzi dei residenti e domiciliati che potranno transitare nelle due fasce orarie 6-9 e 18-20, come già accade per esempio via Tornabuoni o via Pietrapiana”.

Con la pedonalizzazione dei lungarni saranno anche “riorganizzate le aree pedonali in Oltrarno, garantendo comunque il transito ai mezzi dei residenti dei settori A e O della Ztl”.

I motorini dei non residenti, che finora potevano attraversare le porte telematiche sui lungarni suddetti, dovranno deviare su percorsi alternativi, con percorsi molto più larghi.

Contestualmente alla pedonalizzazione dell’asse dei tre lungarni cambieranno i percorsi di attraversamento per i residenti, e appunto solo per i residenti, dei settori Ztl A e O: i residenti dei due settori potranno transitare in Oltrarno dai varchi di via dei Bardi (e continuare su via Barbadori-Borgo San Iacopo) e piazza Pitti come staffa di collegamento Oltrarno-San Niccolò.

Soddisfatto della pedonalizzazione dei lungarni anche il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, che caldeggiava l'intervento da tempo. "Finalmente il Corridodio Vasariano respira, oggi - il commento di Schmidt -, è una grande giornata per Firenze, con una misura che favorisce la tutela ambientale e la sostenibilità del tessuto urbano fiorentino".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento