menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova pedonalizzazione: lungarni vietati a scooter e moto

Passaggi consentiti solo ai residenti, Nardella: “Finora era un'autostrada sul lungofiume più bello del mondo, pedonalizzeremo ancora”

Addio ai motorini sui lungarni a partire da questo sabato, 5 settembre, quando scatteranno le nuove pedonalizzazioni annunciate questa mattina in conferenza stampa dal sindaco Dario Nardella e dall'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti.

In concreto, con una biciclettata inaugurale fissata per le 11:30, scatterà la pedonalizzazione dei lungarni Acciaiuoli-Archibusieri e Anna Maria Luisa de’ Medici, il tratto in pratica che passava sotto al Corridoio Vasariano, di fronte agli Uffizi e di fronte a Ponte Vecchio.

“Era una vera e propria autostrada sul lungofiume più bello del mondo, usata da 2,5 milioni di veicoli ogni anno per attraversare la città. Con le nuove pedonalizzazioni facciamo una grande operazione ambientale ma anche storica e culturale”, dichiara Nardella.

“Continuiamo sulla scia del percorso intrapreso con le pedonalizzazioni del Duomo, di via Tornabuoni, di piazzale Michelangelo. Siamo a 420mila metri quadrati di aree pedonali e proseguiremo fino a 500mila metri quadri”, prosegue il sindaco, senza entrare nei dettagli di quali saranno le prossime pedonalizzazioni.

In concreto da sabato i lungarni Acciauoli, Archibusieri e Anna Maria Luisa De’ Medici andranno ad ampliare l’area pedonale di tipo E già in vigore e denominata 'Por Santa Maria'.

Quindi, spiega una nota di Palazzo Vecchio “una pedonalizzazione in vigore tutti i giorni h24 e che prevede il divieto di sosta e circolazione a qualsiasi tipo di veicolo a motore con deroghe solo per biciclette, mezzi di soccorso, forze dell'ordine e pulizia urbana, trasporto merci in orario 6-9 del mattino, veicoli a servizio dei clienti delle attività ricettive per carico/scarico bagagli, veicoli diretti alle autorimesse, mezzi dei residenti e domiciliati che potranno transitare nelle due fasce orarie 6-9 e 18-20, come già accade per esempio via Tornabuoni o via Pietrapiana”. Con la pedonalizzazione dei lungarni saranno anche “riorganizzate le aree pedonali in Oltrarno, garantendo comunque il transito ai mezzi dei residenti dei settori A e O della Ztl”.

I motorini dei non residenti, che finora potevano attraversare le porte telematiche sui lungarni suddetti, dovranno deviare su percorsi alternativi. “Pochi chilometri di differenza, si tratterà di 5 minuti in più”, assicura il sindaco, sottolineando che nelle altre aree del centro storico l'accesso a scooter e motorini resterà invariato, consentito dove ora è consentito.

Contestualmente alla pedonalizzazione dell’asse dei tre lungarni cambieranno i percorsi di attraversamento per i residenti, e appunto solo per i residenti, dei settori Ztl A e O: i residenti dei due settori potranno transitare in Oltrarno dai varchi di via dei Bardi (e continuare su via Barbadori-Borgo San Iacopo) e piazza Pitti come staffa di collegamento Oltrarno-San Niccolò. Via libera alle porte telematiche ai varchi dell’area pedonale anche per ciclomotori e motocicli solo per i residenti dei settori A e O.

Inoltre le aree pedonali di Pitti e Bardi vengono uniformate alla tipologia F, ovvero con transito permesso ai veicoli dei soli residenti dei settori A e O compresi ciclomotori e motocicli.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento