rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Piazza dell'Isolotto

Paura all'Isolotto: tra spari e caccia all'uomo, le reazioni

Scarpellini avrebbe agito per motivi passionali

Ieri l'ex calciante Rolando Scarpellini ha terrorizzato il quartiere dell'Isolotto. Secondo gli investigatori il comportamente sarebbe stato dettato da un movente passionale. Prima avrebbe minacciato con una pistola una collega di un'amica in un bar della zona, quindi avrebbe sparato due colpi di arma da fuoco all'esterno di magazzino di sua proprietà dove poi la polizia ha rinvenuto dei bossoli.

Gli abitanti del quartiere hanno vissuto attimi di terrore quando la zona è stata isolata dalle forze dell'ordine. Subito dopo la polizia credeva che Scarpellini si fosse nascosto nella casa dei genitori in Via Fedi ma l'ex calciante non si trovava lì. 

C'è ancora ansia tra gli abitanti del quartiere anche perché Scarpellini è armato e sembra aver perso la ragione. Al momento le ricerche stanno proseguendo sia con uomini della squadra volante che con personale della squadra mobile. Il condominio dove risiede il 48enne, in zona Isolotto, resta presidiato da alcune pattuglie. In un messaggio audio (diffuso da alcune testate online) mandato alla compagna ha minacciato di suicidarsi e di ucciderla

scarpellini 2-2-3

Scarpellini a una partita del Calcio Storico

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura all'Isolotto: tra spari e caccia all'uomo, le reazioni

FirenzeToday è in caricamento