rotate-mobile
Quartiere 2 / Ponte a Mensola / Via della Torre

A Firenze nasce il parco Peppino Impastato

Domani a Coverciano la cerimonia di intitolazione al giornalista siciliano vittima di Cosa nostra

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Sarà inaugurato domani a Coverciano il parco intitolato a Peppino Impastato, il giovane giornalista e attivista di Cinisi che passò la vita a denunciare Cosa nostra e che per questo fu ucciso il 9 maggio 1978, mandante Tano Badalamenti, boss di Cinisi e molto vicino al padre di Peppino, Luigi. 

“Impastato è il simbolo della  lotta alla  mafia e del giornalismo libero - ha sottolineato l’assessora alla Cultura delle memoria e alla toponomastica Maria Federica Giuliani - la sua è stata una lezione importantissima di coraggio e rigore e in suo nome la mamma Felicia Impastato ha cercato a lungo la verità, dopo l’assurdo depistaggio avvenuto dopo il suo assassinio e la una massiccia campagna denigratoria che lo dipinse come un violento estremista”.

Una intitolazione che arriva in un momento in cui il nome di Peppino Impastato è tornato alla ribalta per il caso di Partinico, dove gli studenti del liceo scientifico Savarino (a schiacciante maggioranza, il 73%) si sono opposti al cambio di nome dell’istituto ritenendo la figura di Impastato “divisiva”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Firenze nasce il parco Peppino Impastato

FirenzeToday è in caricamento