Parco dell'Albereta: scoperta discarica abusiva, trovati 300 chili di rifiuti

In azione gli agenti della polizia municipale

Insospettiti dal passaggio di alcune persone che spingevano carrelli in Villamagna, gli agenti della polizia municipale hanno fatto dei controlli che hanno confermato tutti i loro sospetti. Nel Parco dell'Albereta infatti, è stata scoperta une vera e propria discarica a cielo aperto.

Gli agenti del Distaccamento di Gavinana, mercoledì pomeriggio hanno visto una strana''carovana' passare sul marciapiede. In seguito a un'attenta verifica in zona è stato scovato un deposito di suppellettili e materiale vario, ben nascosto dietro la vegetazione nel Parco dell'Albereta.

Lì erano stati abbandonati sacchi di plastica contenenti decine di oggetti recuperati dai cassonetti della raccolta dei rifiuti urbani ( tra cui pentole, un termosifone, dei cavi in plastica, alcune borse, stendini e una sedia a rotelle): circa 300 chili di materiale.  Tutto è stato segnalato e portato via dagli addetti di Alia, che hanno ripulito l'area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento