rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Parcheggi su strisce blu: in arrivo 'sensori' e più multe

Via al piano di 'digitaliazzazione' di Sas: mappatura digitale per 70mila posti auto

Via al piano di 'digitalizzazione' degli oltre 70mila posti auto gestiti da Sas, quelli, per intenderci, delimitati dalle strisce blu. Il piano prevede speciali 'sensori' che, collegati ad un sistema informatico, saranno in grado di dire agli utenti, tramite nuove app, dove e quanti posti auto liberi ci sono a disposizione in città.

Il piano è stato annunciato questa mattina in Palazzo Vecchio dal presidente di Sas Stefano Agresti e dal direttore Cristiano Rebecchi, in occasione della presentazione della Carta dei Servizi, stilata insieme alle associazioni dei consumatori Adiconsum e Federconsumatori per garantire trasparenza e fornire indicazioni sui servizi offerti.

L'attuazione del piano non sarà immediata, si prevede di aprire un bando pubblico per trovare un'azienda in grado di attuarlo. L'obiettivo è quello di fornire la gran parte dei posti auto a strisce blu di sensori – in grado di rilevare la presenza di un'auto o meno parcheggiata – entro 3 anni.

Gli investimenti per attuare la digitalizzazione dei parcheggi, grazie ai sensori, potrebbero essere recuperati nel giro di tre anni grazie alle maggiori entrate derivanti dall'abbattimento dell'evasione del pagamento del parcheggio. Restando su questo tasto, nel 2018 Sas spera inoltre di ridurre l'evasione del pagamento della sosta, che tuttora si aggirerebbe a livelli molto alti.

Per facilitare i pagamenti già 730 su 950 parcometri sono stati abilitati al pagamento tramite bancomat, anche contactless (senza bisogno dell'inserimento del pin, ndr). I restanti 220 saranno sostituiti con parchimetri abilitati nel 2018.

Inoltre, da aprile entrerà in funzione il Global Service, il servizio unico della manutenzione stradale, che libererà Sas da alcuni compiti e potrà aumentare il personale dedicato al controllo delle soste (e alle multe): “Così puntiamo ad abbattere quasi completamente l'evasione del pagamento del parcheggio”, dicono Agresti e Rebecchi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi su strisce blu: in arrivo 'sensori' e più multe

FirenzeToday è in caricamento