Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Addio a Paolo Beldì: vestito con la maglia della Fiorentina per l'ultimo saluto

Il regista genio portò l'inno viola a "Quelli che il calcio". Ha lavorato con Fazio, Panariello, Celentano e tanti grandi della tv

Ha smesso di battere il cuore viola di Paolo Beldì. Il suo corpo, trovato senza vita nella serata di venerdì nella sua casa di Stresa, in Piemonte, è stato vestito di viola dagli amici che lo hanno portato all'obitorio di Verbania: per l'ultimo saluto indosserà la maglia della Fiorentina.

Paolo Beldì, che avrebbe compiuto 67 anni il prossimo 11 luglio, è stato un grande regista della tv italiana: era il regista di Fabio Fazio, per cui ha firmato molte trasmissioni, fra cui "Quelli che il calcio", quella che gli hanno consentito di portare in tv il suo amore per la Fiorentina. Infilava l'inno viola, quello di Narciso Parigi ("Garrisca al vento il labaro viola"), come si mette il prezzemolo in cucina: ovunque, con insistenza. Ha portato così la viola in tv, con simpatia ed entrando senza indugi nel cuore di tutti i fiorentini.

Era nato a Novara, là dove trova le radici la "grande odiata" dai tifosi viola: la Juventus. E il fatto che, nonostante ciò, fosse tifoso della Fiorentina, la diceva lunga sulla voglia di Beldì di andare sempre controcorrente.

Con Fazio Beldì è stato anche regista dei suoi Festival di Sanremo (kermesse che ha firmato anche con Panariello nel 2006), ma ha lavorato con tanti altri grandi. A partire da Adriano Celentano, Paolo Rossi, Gianni Morandi, Gene Gnocchi e Simona Ventura, oltre agli esordi con Enzo Tortora e Walter Chiari. Non tutti sanno che Beldì iniziò come comico, ma poi fu assunto come regista dalla neonata Fininvest, dove curò programmi come "Mai dire mundial" e "Mai dire Banzai" i primi di una lunga serie che portò al successo la Gialappa's Band.

“Paolo Beldì: uno degli ultimi veri registi televisivi. Un mestiere di cui oggi la televisione spesso vuole fare a meno. La tv così come altri aspetti della nostra vita tendono esclusivamente all’impoverimento e al risparmio”, ha scritto su Twitter Fabio Fazio.

"Ci ha lasciato Paolo Beldì. Genio della regia, tifoso viola e, soprattutto, amico", ha commentato Carlo Conti.

Anche la Fiorentina ha diffuso una nota per la scomparsa: "La Società viola esprime il più profondo cordoglio per la scomparsa di Paolo Beldì, grandissimo tifoso e amico di Firenze e della Fiorentina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Paolo Beldì: vestito con la maglia della Fiorentina per l'ultimo saluto

FirenzeToday è in caricamento