menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PalaWanny, eppur si muove. Il patron: "Ora si parte davvero"

Cantieri a passo di lumaca, via al montaggio dei macchinari: "Sperando che il meteo ci assista"

Sembrava ancora tutto fermo, fatto che aveva provocato scetticismo e sconforto nei residenti della zona: i lavori per il PalaWannyla nuova struttura sportiva del Bisonte volley che dovrebbe nascere nella zona di San Bartolo a Cintoia, a Firenze, ancora al palo. O quasi.

Sarebbero dovuti ripartire all'inizio dell'anno dopo il via libera del Comune, come confermato dallo stesso patron della società Wanny Di Filippo. Per settimane i cantieri sono stati deserti, o quasi. "Adesso dovremmo esserci davvero - ha spiegato interpellato telefonicamente il patron Di Filippo - nei prossimi giorni si parte davvero". 

Nelle ultime settimane qualche operaio è tornato a fare capolino sul terreno, in effetti: "Stanno iniziando a fare verifiche sul terreno per fare gli scavi. Ci sono i macchinari da montare, aspettiamo che arrivi tutto il materiale: siamo fiduciosi".

Di Filippo, che ha messo a disposizione 6 milioni di euro per realizzare l'opera in città, aveva parlato anche dei tempi di realizzazione: un anno per il primo palazzetto, quello che servirà per gli allenamenti. E in 13-14 mesi da quando i lavori ripartiranno davvero, la proprietà conta anche di completare la struttura principale.

Con l'auspicio che la burocrazia e le intemperie di varia natura non si mettano nel mezzo fra il sogno di Di Filippo di regalare un palasport a Firenze e al suo Bisonte: "Speriamo che il meteo ci assista", conclude. Nei prossimi giorni vedremo se i nuovi ritardi siano da attribuire solo a lungaggini fisiologiche piuttosto che l'ennesimo preocuupante intoppo sul percorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Galleria degli Uffizi e Palazzo Pitti: ecco quando riaprono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento