rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

Narcotraffico: 65 ovuli di cocaina nell'intestino, fermato a Peretola 

Intercettato all'aeroporto dai funzionari delle dogane e guardia di finanza 

Nei giorni scorsi i funzionari dell’agenzia dogane e monopoli (ADM) e i militari della guardia di finanza hanno tratto in arresto, presso l’aeroporto Amerigo Vespucci, un cittadino italiano proveniente dalla Spagna che trasportava, ingeriti nell’intestino, 65 ovuli di cocaina per un peso complessivo di 738 grammi.

In particolare, il passeggero, durante le verifiche sui documenti di riconoscimento, ha mostrato segni di inquietudine e nervosismo, che hanno indotto i funzionari doganali e i finanzieri ad approfondire il controllo. La provenienza del volo, il breve periodo di permanenza all’estero, i pochi bagagli al seguito, l’assenza di motivi documentati circa il viaggio, hanno fatto ipotizzare di essere di fronte a un probabile corriere ovulatore.

Grazie agli accertamenti eseguiti presso l’ospedale fiorentino di Careggi è stato possibile rinvenire nel suo intestino i 65 ovuli di cocaina (di circa 5 cm di lunghezza ciascuno), sottoposti a sequestro, che avrebbero potuto fruttare circa 1.500 dosi per un valore di mercato di 75.000 euro.

L’uomo, un 38enne proveniente dalla provincia di Pordenone, è stato successivamente condotto - su disposizione della Procura della repubblica - presso la Casa circondariale di Sollicciano, dove resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Narcotraffico: 65 ovuli di cocaina nell'intestino, fermato a Peretola 

FirenzeToday è in caricamento