Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Bagno a Ripoli

Ospedale Santa Maria Annunziata, la denuncia: "Barellieri intrappolati nell'ascensore"

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco

"In queste ore siamo stati raggiunti dalla segnalazione dell'organizzazione sindacale Cub Sanità: i lavoratori di una cooperativa in appalto alla Asl Toscana Centro si sono ritrovati in una situazione di forte pericolo giovedì 18 agosto" mentre si trovavano all'ospedale Santa Maria Annunziata, a Bagno a Ripoli (FI).  E' la denuncia lanciata da Dmitrij Palagi e Antonella Bundu (Sinistra Progetto Comune) e Sonia Redini (Per una Cittadinanza Attiva).

"I barellieri, fortunatamente dopo aver lasciato il paziente al piano a cui era assegnato, sono rimasti intrappolati in ascensore dopo averlo sentito cadere nel vuoto, prima che si bloccasse, con la porta interna spostata e il soffitto staccato dalla cabina. L'intervento risolutorio dei vigili del fuoco ha richiesto oltre un'ora di azione, ma nonostante questo l'evento sarebbe stato considerato un 'guasto ordinario'. Ci uniamo alla richiesta di un intervento attento e urgente di tutti i livelli istituzionali - continuano gli esponenti di sinistra - a partire da Regione e Asl: da tempo infatti le lavoratrici e i lavoratori denunciano situazioni di forte stress e insicurezze, divenute più pesanti in questi due anni di pandemia".

La ricostruzione

"Erano circa le 19 - ricostruisce il sindacato Cub Sanità - quando gli operatori addetti al trasporto pazienti, dopo aver portato un paziente in barella nell’apposito ascensore, hanno ripreso l’ascensore con la barella vuota per tornare al pian terreno dal 5 piano. Premuto il tasto hanno sentito un forte rumore e sentito crollare l’ascensore nel vuoto, mentre la porta interna si spostava e il soffitto si staccava dalla cabina. L’ascensore è poi rimasto bloccato e incastrato al piano sotto, gli operatori sono rimasti chiusi nell’ascensore per più di un’ora ed è occorso l’intervento dei vigili del fuoco, per poterli fare uscire con delle corde".

Per il sindacato, si tratta di "Un evento gravissimo, che si è risolto per fortuna solo con grande paura e che non ha visto coinvolti i pazienti. Gli operatori lavorano per una Cooperativa in appalto alla ASL, come tutti gli operatori sanitari hanno vissuto e stanno vivendo sulla propria pelle la situazione di rischio e stress lavorativo che da quasi 2 anni coinvolge chi lavora in sanità e come se non bastasse si trovano anche esposti a rischi di infortunio possibile per la cattiva manutenzione delle strutture sanitarie e ospedaliere. Un episodio che in piccolo ricorda altri eventi più catastrofici anche recenti legati alle problematiche della manutenzione sempre più data in appalto e mal controllata: una logica a cui nemmeno le ASL si sottraggono".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Santa Maria Annunziata, la denuncia: "Barellieri intrappolati nell'ascensore"

FirenzeToday è in caricamento