Ordinanza 'anti-panino', turisti disorientati: “E ora dove lo mangiamo?” / FOTO

In vigore il nuovo provvedimento in via de' Neri, con multe fino a 500 euro anche per chi mangia in piedi una schiacciata

E' in vigore da oggi la cosiddetta 'ordinanza 'anti-panino', che multa fino a 500 euro (sanzione minima prevista 150) chiunque si fermi a mangiare un panino, non solo seduto sul marciapiede ma anche semplicemente in piedi, in via de' Neri, nel piazzale degli Uffizi, in piazza del Grano e via della Ninna.

Tutto è cominciato da via de' Neri, dove le schiacciate di un noto locale, anche grazie al boom di recensioni su TripAdvisor, richiamano ogni giorno centinaia e centinaia di persone. Nei mesi scorsi i commercianti vicini hanno spesso lamentato l'impossibilità di lavorare, per la folla di turisti fermi a mangiare sulle soglie e sui marciapiedi.

Fino alla rissa di due settimane fa tra un commerciante e alcuni turisti, fermi di fronte alla sua attività. Palazzo Vecchio ha quindi accelerato, fino all'ordinanza, che però lascia perplessi molti avventori.

“Non ci sembra una cosa molto intelligente. Dove ce lo mangiamo ora il panino?”, dicono Paola e Carlotta, due studentesse di un gruppetto di universitarie in pausa pranzo.

E sono tanti i turisti disorientati, che si guardano intorno in cerca di un posto dove andare, con schiacciata e bibita in mano. Se qualcuno si ferma, come due americane che si siedono in piazza del Grano, intervengono i vigili: “Non potete stare fermi mangiando”, dicono gli agenti, gentilmente.

VIDEO - I vigili fanno allontanare i turisti con il panino

Le 'direttive' da Palazzo Vecchio hanno chiesto di andarci piano. Niente multe per ora, ma inviti ad allontanarsi. Ma dove appunto? Diversi arrivano in piazza Signoria, non compresa nel testo dell'ordinanza, e si fermano sotto la Loggia dei Lanzi.

“Un po' assurdo, che noia diamo?”, commenta Pasquale, 18enne di Napoli. Anche lui, panino in mano, deve cercarsi un posto dove fermarsi a mangiare. Panchine in giro ce ne sono poche.

“Ne metteremo 10 in piazza San Firenze. Le abbiamo già ordinate, arriveranno entro due mesi”, promette il sindaco Dario Nardella, che questa mattina era in via de' Neri a distribuire ai commercianti le locandine da affiggere con la spiegazione del contenuto del nuovo provvedimento.

Soddisfatti invece i commercianti della via. “Non riuscivamo più a lavorare. Le persone ferme a mangiare impedivano l'accesso ai negozi, la situazione era divenuta insostenibile”, dice Alessandro, dipendente di una pelletteria.

Domani, martedì, ci sarà un nuovo incontro tra il sindaco e le attività economiche di via de' Neri, in particolare con la panineria all'inizio della strada presa ogni giorno d'assalto, in vista di nuovi possibili provvedimenti concordati.

Pedonalizzazione di via de' Neri

“Pedonalizzare la strada? E' una soluzione allo studio, anche se per ora è prematuro parlarne”, dicono Nardella e l'assessore alla sicurezza Federico Gianassi. Critiche dai 5 Stelle sull'ordinanza. “Un provvedimento spot che non risolve nulla. Ve lo immaginate un turista multato di 500 euro perché si ferma a mangiare un panino? Una follia”, commenta la consigliera Arianna Xekalos.

Il sindaco difende però il provvedimento. “Non è una punizione ma uno strumento di buonsenso – sottolinea Nardella -. Serve collaborazione da parte di tutti per poter godere della città”. L'ordinanza, valida tra le ore 12 e le 15 e tra le 18 e le 22, resterà in vigore fino al prossimo 6 gennaio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento