rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022

Omicidio del senegalese: rabbia e danni dei connazionali in centro / VIDEO

Lo sfogo dei connazionali dell'ambulante freddato sul Ponte Vespucci

Rabbia sfogata in centro dai connazionali dell'ambulante senegalese ucciso questa mattina sul Ponte Vespucci. Un gruppo di cittadino senegalasi ha fatto una serie di danni da Palazzo Vecchio fino alla stazione di Santa Maria Novella. Il sindaco, l'omicidio non avrebbe sfondo razziale secondo gli inquirenti, ha quindi invitato alla calma la comunità senegalese. Nardella ha espresso grande dolore per la tragedia e ha manifestato solidarietà alla comunità senegalese.

L'OMICIDIO DELL'AMBULANTE

"Ancora sangue e terrore. Capita a Firenze che un uomo armato e, come avrebbe dichiarato, intenzionato a suicidarsi, rivolge la sua arma contro un uomo senegalese, distruggendone la vita - ha scritto in una nota il presidente della Regione Enrico Rossi -. La mente corre subito al 13 dicembre 2011, alla strage razzista e fascista di piazza Dalmazia. Allora come ora ci stringiamo attorno alla comunità senegalese della Toscana con la massima fraternità e solidarietà".  "Chiedo – conclude Rossi - come cittadino e come rappresentante delle istituzioni una stretta maggiore sui porto d'armi e verifiche più accurate sulle condizioni psicofisiche dei possessori di pistole e fucili".

Omicidio dell'ambulante: tensione tra senegalesi e forze dell'ordine

Si parla di

Video popolari

Omicidio del senegalese: rabbia e danni dei connazionali in centro / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento