Omicidio a Scarperia: il tribunale ascolta i servizi sociali

Saranno sentite le persone che hanno avuto in cura Niccolò Patriarchi accusato di aver ucciso a coltellate il figlio di un anno

Lunedì il tribunale per i minorenni di Firenze ascolterà in udienza gli operatori dei servizi socio-sanitari della Società della Salute dei Mugello che in passato hanno avuto in cura Niccolò Patriarchi, il 34enne che venerdì scorso ha ucciso il figlio di un anno a Scarperia (nella sua casa di Sant'Agata) e tentato di uccidere la compagna e la figlia di 7 anni. E' quanto riferito dal quotidiano la Repubblica-Firenze

I giudici hanno anche sospeso la potestà genitoriale per Patriarchi e gli incontri padre-minore con la figlia più grande che era presente al momento dell'uccisione dei fratellino. Ha assistito alla furia del padre di venerdì sera. Il tribunale, dopo aver ascoltato gli operatori e una psichiatra dei Centro cognitivo comportamentale di Firenze che ha avuto in cura Patriarchi, deciderà sulla revoca definitiva della responsabilità genitoriale sulla figlia richiesta dalla procura per i minori.

Ieri l'autopsia sul corpo del piccolo Michele avrebbe stabilito che il bambino è morto per la recisione dell'aorta toracica. Le coltellate, tutte alla schiena, sarebbero state sei. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Best Bakery, la migliore pasticceria di Firenze è "Tuttobene"

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento