Cronaca

Omicidio in ostello: lite 'banale', poi l'aggressione fino ad ucciderla

L'uomo è rinchiuso a Sollicciano, in attesa di nuovi interrogatori

Emergono nuovi particolari inquietanti sulla vicenda della giovane 21enne uccisa sabato mattina all'ostello Hostel Plus di via Santa Caterina d'Alessandria dal marito, Tun Nay Bustos, 31enne messicano.

La coppia, in viaggio di nozze, sarebbe dovuta ripartire sabato mattina per proseguire il viaggio. La ragazza avrebbe però accusato un malore, chiedendo al marito di posticipare qualche giorno la partenza.

L'uomo è sceso alla hall ad informarsi, per poi risalire in camera. Sarebbe quindi nata una lite. Poco dopo l'uomo è sceso nuovamente, confessando ai dipendenti quanto avvenuto. Il 31enne avrebbe strangolato la donna fino a soffocarla, uccidendola.

Sabato mattina sul posto è intervenuta la squadra mobile della polizia. L'uomo, dopo aver accennato ai motivi della lite e di offese della ragazza nei suoi confronti, si è poi avvalso della facoltà di non rispondere. Ora è rinchiuso nel carcere fiorentino di Sollicciano in attesa di nuovi interrogatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio in ostello: lite 'banale', poi l'aggressione fino ad ucciderla

FirenzeToday è in caricamento