Cronaca

Omicidio Khrystyna Novak: Lupino 'crolla' all'interrogatorio e confessa il delitto

Dopo 9 ore di domande degli inquirenti pisani, l'indagato fiorentino ha rilasciato una piena confessione ammettendo di essere l'autore del delitto della ballerina ucraina

La sensazione che la svolta decisiva nel caso dell'uccisione della ballerina ucraina Khrystyna Novak fosse vicina era nell'aria. Dopo il ritrovamento del corpo della 29enne in un casolare diroccato nel bosco alle porte di Orentano, gli inquirenti erano certi di aver imboccato la strada giusta per giungere alla soluzione del giallo.

La certezza è arrivata ieri pomeriggio, scrive Pisatoday.it, al termine di un interrogatorio durato 9 ore: Francesco Lupino, vicino di casa, in Corte Nardi, della Novak e del compagno Airam Gonzalez, ha rilasciato piena confessione di colpevolezza.

Ballerina scomparsa a Pisa: arrestato 50enne fiorentino

L'uomo, 50 anni, originario di Fucecchio (FI), era stato prelevato dal carcere Don Bosco e condotto negli uffici della squadra mobile della questura di Pisa, dove è stato sottoposto ad interrogatorio, richiesto dal pm Egidio Celano e condotto dallo stesso pm e dal capo della squadra mobile, il vice questore aggiunto Fabrizio Valerio Nocita.

Lupino ha ammesso la propria colpevolezza, alla presenza del proprio legale, rendendosi disponibile a collaborare appieno con gli inquirenti per trovare gli ultimi tasselli della complessa indagine.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Khrystyna Novak: Lupino 'crolla' all'interrogatorio e confessa il delitto

FirenzeToday è in caricamento