rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Faenza

Accoltellò a morte cameriere in centro, cuoco condannato a 20 anni

La lite scoppiata nel novembre 2019 in un pub si concluse tragicamente in strada

Si è concluso con una condanna a 20 anni di reclusione, il processo in rito abbreviato per omicidio volontario a carico di Nader Ben Khalifa, cuoco tunisino di 39 anni che la notte tra il 17 e il 18 novembre 2019 uccise a coltellate un cittadino kosovaro di 33 anni.

Tra i due scoppiò una lite furibonda all'interno di un pub di via Faenza, nel centro storico. La vittima, infatti, si era presentata intorno alle 2 nel locale e si mise a litigare con Khalifa. I due inizialmente sarebbero stati separati da amici e camerieri.

In un primo momento il tunisino sarebbe stato allontanato dal locale. Ma vi sarebbe rientrato poco dopo, innescando una nuova lite col cuoco. I due avrebbero continuato a litigare in strada, fino all'accoltellamento mortale.

Il kosovaro, colpito con un coltello da cucina al torace e alla gola, morì poco dopo all'ospedale di Careggi. Il tunisino venne arrestato dai carabinieri coordinati dalla sostituto Beatrice Giunti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò a morte cameriere in centro, cuoco condannato a 20 anni

FirenzeToday è in caricamento