Oltrarno, in via dei Serragli cantiere infinito: lavori fino a Pasqua

Nuova tempistica diffusa dal Comune, botta e risposta con le opposizioni

Il rischio è quello di avere in via dei Serragli anche Pasqua prossima, che cade il 12 aprile, con i cantieri. Almeno nell'ultimo tratto di strada che sarà interessato dai lavori, quello da via di Serumido a piazza della Calza.

La nuova tempistica è stata ufficializzata da Palazzo Vecchio dopo la riunione tecnica di mercoledì con impresa e Publiacqua.

L'amministrazione spiega i ritardi per la fine dei cantieri, si parla di circa 6 mesi di ritardi rispetto alle previsioni fatte in passato, per lavori resisi necessari e prima non previsti per esempio sul sistema della fognatura.

I lavori in corso oggi, nel tratto via di Santa Maria-via di Serumido “si concluderanno entro gennaio, a seguire gli interventi nell’ultimo tratto fino a piazza della Calza”, spiega una nota del Comune.

Con i lavori attualmente in corso “è in fase di realizzazione la grande fognatura a centro strada. Sono già state fatte le tubazioni dell’acquedotto. Quindi deve essere completata la fognatura (restano da realizzare 180 metri) e poi il ripristino del manto compresi gli allacciamenti alle caditoie”.

Ad oggi il crono-programma prevede la conclusione di tutti i lavori degli attuali cantieri e la riapertura al transito entro fine gennaio. Dopo però resterà ancora da fare l’ultimo tratto, da via di Serumido a piazza della Calza.

“Per quel tratto contrattualmente erano previsti lavori per 15 settimane: si tratta di lavori di rifacimento delle tubazioni dell’acquedotto, del manto stradale e dei marciapiedi e interventi di messa in sicurezza mentre non c’e la previsione di sostituzione della fognatura. L’impresa però si è impegnata a ridurre i tempi contrattuali e a concludere in 12 settimane”, si fa sapere ancora da Palazzo Vecchio, sottolineando come “l’intervento consiste nel rifacimento di sottoservizi, carreggiata e marciapiedi e che rispetto alla previsioni iniziali sono state effettuate lavorazioni aggiuntive non previste, come quelle relative alla sostituzione della grande fognatura centrale”.

Per l'ulteriore allungamento dei tempi piovono critiche dal centrodestra. “Dopo aver assicurato il termine dei lavori per la fine di novembre, adesso si scopre che si andrà avanti fino ad aprile 2020, mentre residenti e commercianti sono allo stremo. Una vergogna lunga 22 mesi”, attaccano i consiglieri comunali Alessandro Draghi (Fratelli d'Italia) e Jacopo Cellai (Forza Italia).

"Vogliamo vedere con che faccia la giunta e il Pd che la sostiene ci ribadiranno adesso che la richiesta, avanzata da Forza Italia e sostenuta da tutto il centrodestra, di portare al 50% gli sgravi su Cosap e Tari ai commercianti danneggiati dal protrarsi infinito del cantiere, andava respinta”, aggiungono Draghi e Cellai.

“Non 22 mesi, i lavori sono in corso da 13 mesi. I tempi si sono allungati dopo che Publiacqua ha comunicato la necessità, non prevista, di sostituire anche la fogna a centro strada e il cantiere è stato interrotto da metà aprile ad inizio luglio scorso con la riapertura della strada al transito”, la controreplica dell'amministrazione comunale. Dopo il panettone ad ogni modo il rischio è quello di mangiare anche la colomba con i cantieri ancora aperti.

Lavori infiniti e multe, residenti imbufaliti / FOTO

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento