menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nardella rilancia per le Olimpiadi 2032 e annuncia: “Portiamo in Toscana la prima tappa del Tour de France”

Il sindaco: “Tappa in Appennino, ne ho già parlato con il presidente dell'Emilia Romagna con cui c'è collaborazione eccezionale”

Delle Olimpiadi 2032 a Firenze non se ne parlava da un po'. L'argomento l'ha riportato di fronte a microfoni e telecamere questa mattina il sindaco di Firenze Dario Nardella, nel corso dell'iniziativa per la lanciare il programma di sviluppo della città 'Rinasce Firenze', questa mattina in Palazzo Vecchio.

Nello stesso tempo, il sindaco ha lanciato l'ipotesi di ospitare la tappa inaugurale del Tour de France, al momento sospeso per emergenza coronavirus.

“In prospettiva (per lo sviluppo economico dell'epoca post coronavirus, ndr) sarà decisivo attrarre in città grandi eventi sportivi internazionali, come nuove ed ambiziose sfide di sviluppo e di rilancio. Ad esempio a partire dalla collaborazione già avviata con l'Emilia-Romagna per le Olimpiadi 2032 e con la candidatura congiunta per ospitare a ridosso dell'Appennino la tappa inaugurale del Tour de France”, annuncia Nardella.

Della candidatura per la prima tappa del Tour de France “ne ho già parlato con il presidente Bonaccini, con cui abbiamo una collaborazione eccezionale. L'Emilia-Romagna già nelle scorse settimane ha lanciato la candidatura per il Grands De'parts del Tour, che è un evento storico, visto che è partito da molti Paese fuori dalla Francia ma mai dall'Italia. E' un mio vecchio pallino, che avevo inseguito fin quasi al successo da vicesindaco, con il sindaco Renzi. Non riuscimmo allora, ma credo che se ora mettiamo insieme le energie potrà essere fattibile”, aggiunge il sindaco.

Poi il sindaco precisa che in realtà non si tratterà del prossimo Tour, ma che l'idea è quella di ospitare una prima tappa della corsa a ridosso dell'Appennino, al confine tra la provincia di Firenze e l'Emilia-Romagna “in una delle prossime edizioni”, perché mettere insieme due regioni “che sono il simbolo del ciclismo italiano per eccellenza, significa presentare una candidatura fortissima”.

Quanto alla candidatura per le Olimpiadi del 2032, è un obiettivo “difficilissimo, molto lontano, ma occorre partire subito per non farsi trovare impreparati. Servirà anche a dare stimolo all'economia ed entusiasmo alle nostre popolazioni".

Lo sport, dice Nardella “può essere un fattore decisivo in questo piano di rinascita. Ne sono convinto", per questo “abbiamo deciso di prorogare le concessioni degli impianti alle società sportive. Lo faremo rispettando le regole, andando incontro alle decine di società che sono in grandissima difficoltà e ora non riescono neanche a pagare le utenze di questi mesi e di quelli scorsi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento