menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto del Nuovo Stadio

Il progetto del Nuovo Stadio

Castello, Toscana Aeroporti compra i terreni: il nuovo stadio è più vicino

Costo dell'operazione 75 milioni di euro

Si è conclusa ieri sera un'operazione che in qualche modo favorisce l'iter per arrivare al nuovo stadio nell'area ora occupata dal mercato ortofrutticolo della Mercafir. Toscana Aeroporti, la società che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa, ha infatti fatto sapere di avere acquistato dal gruppo Unipol circa 123 ettari di terreni nell'area di Castello, nell'area nord ovest di Firenze. La somma sborsata per i terreni è di 75 milioni di euro.

L'operazione riguarda da vicino il nuovo stadio della Fiorentina, di cui si discute da anni. Toscana Aeroporti si è infatti impegnata a vendere una parte dei terreni acquistati, dove potrà quindi trasferirsi il Mercato Ortofrutticolo: l'area Mercafir di Novoli, dove si prevede di costruire il nuovo stadio, potrà quindi essere liberata e potranno partire le operazioni che dovrebbero portare al nuovo impianto. Tempi certi però, nonostante gli annunci si susseguano, ancora non ce ne sono.

Il contratto di vendita preliminare con il quale sono stati venduti i terreni prevede ad ogni modo due condizioni, pena la possibile sospensione dell'operazione: l'approvazione finale del Master Plan dell’aeroporto di Firenze a seguito della conclusione della Conferenza dei Servizi per l’ottenimento della Conformità Urbanistica; l’adozione della variante PUE (Piano urbanistico esecutivo) di Castello, secondo le linee guida indicate nel dicembre 2017 dal consiglio comunale di Firenze. Il periodo di validità del contratto preliminare è fissato in 18 mesi con possibilità di proroga per ulteriori 6 mesi. Parte dei terreni sono inoltre necessari a Toscana Aeroporti per dare vita all'ampliamento dell'aeroporto e alla relativa pista parallela all'autostrada (il via libero definitivo deve ancora arrivare).

“Se l'operazione andrà definitivamente in porto, avremo dato risposta a due temi dell’area fiorentina degli ultimi 50 anni. La realizzazione di una efficiente infrastruttura aeroportuale e lo sviluppo dell’area di Castello, il tutto compatibile ambientalmente e urbanisticamente realizzando finalmente il parco di Castello”, commenta il presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, appena riconfermato alla guida della società.

“L’acquisto dei terreni dell’area Castelllo rappresenta un tassello di straordinaria importanza per favorire sia la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal dell’aeroporto sia per il più ampio sviluppo dell’area a nord-ovest della città di Firenze. E’ un’operazione che consentirà di sbloccare investimenti significativi con benefici concreti in termini di indotto economico e di creazione di nuovi posti di lavoro”, aggiunge Roberto Naldi, vicepresidente esecutivo di Toscana Aeroporti e presidente dell'area Italia di Corporacion America, la società dell'imprenditore argentino Eduardo Eurnekian che possiede la maggioranza azionaria di Toscana Aeroporti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento