menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo stadio, le opposizioni: “Contratti di 4 anni alla Mercafir, il progetto ritarda”

Le accuse dopo l'audizione del presidente del Mercato Ortofrutticolo: “Per i grossisti contratti quadriennali, addio trasferimento e tempi certi”

Il destino della Mercafir (il mercato ortofrutticolo di Novoli) è stato al centro della relazione che il presidente di Mercafir Giacomo Lucibello ha fatto ieri alla commissione controllo di Palazzo Vecchio.

I destini di Mercafir e nuovo stadio sono incrociati perché quest'ultimo dovrebbe sorgere nell'area attualmente occupata dal mercato ortofrutticolo, che, trasferendosi a Castello, libererà l'area. Ma quando avverrà questo spostamento? Ancora non è chiaro. In passato è stato annunciato il via ai lavori per il nuovo stadio nella seconda metà del 2019. Sulle date restano però incertezze.

“Dall'audizione in commissione emerge che in questi anni sono state tralasciate ristrutturazioni importanti, che adesso vanno fatte. Lucibello ha concordato un piano quadriennale per questi interventi, deduciamo che lo spostamento per fare posto al nuovo stadio non si farà prima di quattro anni”, attacca Jacopo Cellai, capogruppo di Forza Italia.

“Sulla stampa il sindaco spara date entro cui vedremo lo spostamento della Mercafir e la prima pietra dello stadio, finalmente si è accorto che non poteva lasciar andare in malora le strutture che ospitano i grossisti del mercato. Lucibello è stato chiarissimo: contratti con i grossisti non più annuali ma della durata di quattro anni”, ribadisce il capogruppo di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi.

Critiche anche da Francesco Torselli, capogruppo di Fdi: “Investimenti azzerati, struttura in deperimento, chiusura del reparto surgelati e fatturato in diminuzione: questi i risultati dell'amministrazione Nardella. L'atteggiamento ultra permissivo dell’amministrazione comunale nei confronti di ACF Fiorentina sulla vicenda del nuovo stadio, sta distruggendo la Mercafir”. Il riferimento è all'ultima proroga concessa alla Fiorentina per la presentazione del progetto: la nuova scadenza è il 31 ottobre 2018.

Naturalmente, se davvero lo spostamento avvenisse tra 4 anni, salterebbero tutte le date fin qui annunciate. A replicare e rassicurare, per il Partito democratico, è consigliere Luca Milani. “Un allarme ingiustificato. Da Lucibello abbiamo avuto rassicurazioni sulla gestione economica. Il rinnovo dei contratti di quattro anni dà garanzie anche agli operatori affinché siano fatte tutte le operazioni di manutenzione e gestione degli ambienti in modo che il lavoro sia assicurato nelle migliori condizioni. I contratti prevedono una clausola rescissoria qualora i tempi per il trasferimento della Mercafir fossero più brevi. Non ci sono, quindi, preoccupazioni sui tempi dilatati ma una migliore gestione del conto economico”, ha replicato Milani. Le incertezze restano. Si attende una data certa per questo tanto discusso trasferimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento