Fiorentina, nuovo passo per lo stadio alla Mercafir: esclusa la Valutazione ambientale strategica

Nardella esulta: “Un passo burocratico in meno, così processo più rapido”

Nardella e Commisso si sono incontrati durante l' scorso week end

Non sarà necessaria la Vas, valutazione ambientale strategica, per la variante al regolamento urbanistico che consentirà la realizzazione del nuovo mercato generale ortofrutticolo e del nuovo stadio della Fiorentina nell'area sud dell'attuale Mercafir, a Novoli (la 'nuova' Mercafir, più piccola, traslocherà nell'area nord).

Il tutto grazie alla delibera approvata oggi dalla giunta di Palazzo Vecchio. La variante, si legge in una nota diffusa dal Comune, “viene ricondotta tra l’altro alla tipologia delle ‘varianti semplificate’ in quanto precisa alcuni aspetti senza modificare la previsione né in termini di localizzazione né di dimensioni. La variante non comporta impatti ambientali diversi da quelli già valutati nel 2012 e nel 2015”.

“La delibera ci consente di evitare uno step burocratico che avrebbe richiesto ancora più tempo. Così acceleriamo ulteriormente per portare lo stadio alla Mercafir (il sindaco ha annunciato un piano in 10 tappe in 4 anni, ndr)”, esulta il sindaco Dario Nardella, che nel passato week end ha incontrato nuovamente il presidente della società viola Rocco Commisso, “dal quale ho preso atto della volontà di andare avanti su questa ipotesi (cioè lo stadio alla Mercafir, ndr)”.

“La variante - si legge ancora nella nota di Palazzo Vecchio -, consentirà la vendita dell’area per la realizzazione dello stadio e definirà l’accelerazione delle procedure per la realizzazione del nuovo mercato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La proposta di variante conferma interamente la previsione urbanistica contenuta nel regolamento vigente e precisa alcuni aspetti. È stato verificato – conclude la nota -, che nessuna delle proposte di modifica della scheda relativa al Centro alimentare polivalente comporta impatti sull’ambiente diversi da quelli già valutati in passato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento