menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nuovo stadio (foto d'archivio)

Nuovo stadio (foto d'archivio)

Nuovo stadio: ancora nessuna data per il progetto finale

Il sindaco Nardella: “Nessuna battuta d'arresto, andiamo avanti”. Ma la data ufficiale non c'è

Per il nuovo stadio della Fiorentina, secondo il sindaco Dario Nardella, “non ci sono battute d'arresto”. Così ieri il primo cittadino, a margine di un incontro stampa. Al momento, però, non è ancora stata ufficializzata la data entro il quale la Fiorentina dovrà proporre il progetto finale.

L'ultimo limite temporale concesso da Palazzo Vecchio alla società viola era quello del 31 dicembre 2017. Entro quella data (ed era già la terza proroga concessa dall'amministrazione comunale) la Fiorentina avrebbe dovuto presentare il le carte, comprensive del piano finanziario.

La scadenza è passata, senza alcuna presentazione. Si è parlato dunque di una nuova proroga, la quarta, da fissare al 31 ottobre 2018. Palazzo Vecchio ancora non ha però ufficializzato niente, anche se il sindaco ha sottolineato più volte che si tratterà dell'ultima concessione.

“E' un aspetto che stiamo definendo in questi giorni, contestualmente alla variante urbanistica. Ne parleremo in un incontro con i miei tecnici nei prossimi giorni”, ha detto Nardella interrogato sulla questione. “E' evidente che, al di là dei limiti, prima ciascuno di noi fa la sua parte, meglio è”, ha aggiunto il sindaco, con un invito nemmeno troppo implicito alla società viola ad accelerare i tempi.

C'è poi la questione fondamentale della variante urbanistica al piano di Castello, necessaria per trasferirvi i mercati generali della Mercafir, al cui posto dovrebbe sorgere il nuovo stadio. La variante non passerà al vaglio del consiglio comunale, ma solo dalla giunta (che dovrà approvarla con un doppio voto, secondo l'assessore all'urbanistica Bettarini entro maggio prossimo).

“La variante non necessita del voto del consiglio e questo accelera i tempi”, le parole del sindaco. Non gradite alle opposizioni. “Il mancato passaggio in consiglio per lo spostamento della Mercafir elude un dibattito cruciale che a quanto pare spaventa il PD - attacca Forza Italia con i consiglieri Cellai e Tenerani -. Ma la vera domanda è: senza scadenze certe, quali tempi avrà la realizzazione del nuovo stadio?”.

Alla presentazione del rendering, in Palazzo Vecchio, nel marzo del 2017, fu annunciato in pompa magna: “La prima pietra nel 2019”. Il tempo corre, vedremo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento