rotate-mobile
Cronaca Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: cantieri alle fasi finali, come sarà il nuovo liceo Agnoletti / FOTO

Nel frattempo si discute se e come modificare il percorso della nuova linea della tramvia

Sono in dirittura d'arrivo i lavori per la costruzione del nuovo liceo 'Anna Maria Enriques Agnoletti' di Sesto Fiorentino.

Se non ci saranno intoppi, già da gennaio accoglierà gli studenti, che daranno dunque addio alla sede avuta finora di via Ragionieri, dove ci sarà così spazio per un ampliamento della sede della multinazionale del farmaco Eli Lilly.

"La modernissima nuova sede - spiegano i comunicati ufficiali - è stata organizzata in 36 aule, cinque laboratori, un auditorium, ampie aree parcheggio e una palestra dedicata anche all’utenza esterna", per una struttura che potrà accogliere fino a 900 studenti.

"L’edificio scolastico è stato progettato ad altissima prestazione energetica, per minimizzare i consumi. Sono stati concepiti spazi flessibili e polifunzionali, mutevoli nel tempo a seconda delle esigenze, utilizzando le più moderne tecnologie, sale per esposizioni, biblioteca, sale di studio, laboratori dedicati, aree per facilitare lo studio e l’apprendimento ma anche per consentire l’aggregazione e la socializzazione tra gli studenti", si legge ancora.

Il costo di tutto l’intervento è di circa 17,6 milioni di euro, finanziato per 10 milioni di euro da Regione Toscana, per 7 milioni di euro dalla Città Metropolitana di Firenze, per 600mila euro dall’Università di Firenze.

Ieri un sopralluogo alla costruenda nuova scuola intitolata alla partigiana Enriques Agnoletti è stato effettuato dai sindaci di Sesto Lorenzo Falchi e di Scandicci Sandro Fallani, quest'ultimo in qualità di delegato all'edilizia scolastica per la Piana.

"I lavori procedono spediti per raggiungere l'obiettivo di avviarvi l'attività didattica dopo le festività natalizie. Ringrazio quanti hanno lavorato al progetto, conducendolo in porto nonostante le difficoltà legate all'emergenza sanitaria", dice Fallani.

“Siamo ormai alle rifiniture finali di un intervento importante. Gli studenti saranno accolti in un edificio funzionale e innovativo, inserito in un contesto formativo straordinario come il Polo Scientifico. Ci sono ancora dettagli da definire e alcuni aspetti da approfondire su cui lavoreremo senza sosta nelle prossime settimane, a partire dal tavolo aperto per l’adeguamento del trasporto pubblico a servizio del liceo, ma con orgoglio possiamo dire che nella nostra città sta prendendo forma un campus delle scienze unico a livello nazionale", aggiunge Falchi.

Proprio quello del trasporto pubblico è un tema molto spinoso. Nelle scorse settimane infatti il presidente della Regione Giani ha proposto di modificare il tracciato ipotizzato per il prolungamento della linea 2 della tramvia (quella che ora arriva fino all'aeroporto di Peretola), chiedendo di non farlo più passare attraverso il Polo ma più a nord, vicino al nuovo Agnoletti, situato leggermente a nord-est rispetto al Polo.

L’ipotesi ha suscitato forti proteste da parte degli studenti universitari ma anche da parte del corpo docenti, che denunciano come fin dalla sua apertura, ormai 20 anni fa, il Polo a livello di trasporto pubblico sia servito malissimo e risulti quasi totalmente isolato. "La nuova tramvia - chiedono - deve consentire di farci uscire da questo isolamento".

La protesta del Polo contro l'ipotesi del nuovo tracciato

FOTO - Come sarà il nuovo liceo Anna Maria Enriques Agnoletti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto Fiorentino: cantieri alle fasi finali, come sarà il nuovo liceo Agnoletti / FOTO

FirenzeToday è in caricamento