La Regione annuncia tre treni nuovi nella tratta Arezzo-Firenze

Ad annunciarlo l'assessore regionale Luca Ceccobao ascoltato in commissione mobilità e trasporti. Saranno treni Vivalto, con una capienza massima che vari tra i 720 ed i 594 posti

Locomotiva di un treno regionale

Ritorno dalle ferie turbolento per i pendolari tra Firenze ed il Valdarno. Alla fine dell'estate la decisione della Regione di sopprimere 35 corse sulla linea lenta, di cui 14 nella tratta Firenze - Arezzo. La Regione si è mossa con l’intento di rimodulare e riorganizzare la linea, in particolar modo andando ad amputare quelle linee definite a basso carico, o peggio, corse morte. L’assessore regionale alla mobilità Luca Ceccobao lo ha affermato più volte: “in tempi di crisi, di tagli e di sacrifici è intollerabile vedere passare bus o treni praticamente vuoti, senza passeggeri. Corse che vanno ad incidere poi sui bilanci e che pesano anche sulle tratte e sugli orari di punta. Questo non lo possiamo più accettare”. E così le prime potature. Forse qualcuna di troppo, tanto da far alzare la voce al Comitato Pendolari Valdarno. “Dei 35 treni colpiti, di cui 13 tagliati, dalla Regione - ha affermato ad inizio settimana il coordinatore del Comitato Maurizio Da Re - si ripristino quei 14 treni, di cui 7 tagliati, della fascia oraria fra le 13 e le 17.30, in partenza da Firenze e da Arezzo per il Valdarno, così da recuperare quei treni che, sebbene non fossero in orario di punta, erano comunque utilizzati da molti studenti e lavoratori per il loro rientro nel Valdarno, in particolare nelle stazioni di Figline, Incisa, Rignano, S.Ellero-Reggello e Pontassieve”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Richiesta in parte ascoltata, infatti prima della fine del 2011 la Regione ha promesso tre nuovi treni sulla linea Firenze-Valdarno-Arezzo. Nello specifico treni Vivalto, poche vetture ma capienti: con sei carrozze il treno raggiunge una capienza di 720 posti, con 5 di 594. Ad affermarlo è stato lo stesso Ceccobao rispondendo all’interrogazione del consigliere del Gruppo Misto Pieraldo Ciucchi sull'inserimento di treni a doppio piano sulla linea ferroviaria del Valdarno, durante l’odierna riunione della Commissione Trasporti del Consiglio regionale della Toscana.

“L'ipotesi di incrementare l'offerta per il Valdarno, inserendo treni con materiale Vivalto - ha detto l'assessore - risulta valida e sarà possibile con il completamento del programma di investimenti legato al contratto di servizio con Trenitalia che prevede l'acquisto di 27 treni doppio piano”. Ceccobao ha fatto presente anche la necessità, per soddisfare le reali esigenze di quei viaggiatori, di una riprogettazione sulla linea aretina non appena saranno disponibili i nuovi treni.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento