rotate-mobile
Cronaca

Covid, anche gli Uffizi tornano a pieno regime: capienza massima e via l'obbligo di distanziamento, resta la mascherina

Torna la capienza al 100%, il direttore Schmidt: "Passo decisivo verso la normalità"

Piena capienza di visitatori, via l’obbligo di distanziamento, possibilità di portare gruppi più numerosi al museo: così le Gallerie degli Uffizi mettono in atto le nuove norme anticovid decise dal Governo, che da ieri prevedono la riapertura al 100% di presenze anche per i musei.

Le nuove regole sono dunque entrate in vigore: il complesso museale torna ad attivare la sua massima capienza (fino a 900 visitatori contemporaneamente agli Uffizi, 450 a Palazzo Pitti, 3000 al Giardino di Boboli) e cade l’obbligo di mantenere almeno un metro di distanza tra le persone durante la permanenza negli spazi delle Gallerie.

Restano immutate le altre misure anticovid: controllo del green pass e della temperatura corporea all’ingresso, obbligo di mascherina dentro al museo.

Saranno ammessi gruppi più numerosi: il nuovo limite è fissato infatti a 16 persone (guida e accompagnatori compresi). Agli Uffizi e a Palazzo Pitti oltre le dieci persone scatta comunque il solito sovraprezzo di 70 euro e per i gruppi che superano le 6 unità (guide incluse) sarà sempre necessario utilizzare il sistema whisper (auricolari e microfono).

“Le nuove regole - commenta il direttore delle Gallerie Eike Schmidt – costituiscono un passo decisivo verso la normalità. Il museo rimane comunque un luogo sicuro, per la tranquillità dei visitatori, grazie alle misure adottate”.

Le nuove norme: riaprono le discoteche, stadi al 75%, cinema al 100%

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, anche gli Uffizi tornano a pieno regime: capienza massima e via l'obbligo di distanziamento, resta la mascherina

FirenzeToday è in caricamento