Ubriaco fa una nuotata in Arno poi cammina nudo in centro / FOTO

Soccorsi smobilitati per ore. E' stato "ripescato" in Piazza San Marco dai carabinieri

La notte scorsa, poco dopo le tre, intervento in Arno dopo che un cittadino australiano di 23 anni è stato visto lanciarsi nel fiume tra il Ponte alla Carraia e il Ponte Vespucci. Immediato l’arrivo sul posto di un equipaggio del nucleo radiomobile dei carabinieri che ha trovato sul parapetto degli indumenti, un telefono cellulare ed un portafogli; contemporaneamente è stato visto un ragazzo che a nuoto riusciva a raggiungere la sponda in corrispondenza del Lungarno Amerigo Vespucci. Forse consapevole dalla pericolosissima bravata, il soggetto, avvedutosi della presenza di vari mezzi giunti sul posto, è fuggito iniziando a correre sulla riva per poi cercare di attraversare la Pescaia di Santa Rosa, dove è caduto di nuovo nel fiume, scomparendo alla vista a causa della forte corrente delle acque a ridosso della paratia.  

Non vedendolo riemergere e temendo il peggio, i carabinieri hanno attivato la procedura dei soccorsi, facendo intervenire sul posto anche i vigili del fuoco di Firenze che immediatamente hanno impiegato in acqua i mezzi ed i sommozzatori, i quali hanno iniziato a scandagliare il fiume proprio in corrispondenza della paratia e nel tratto a valle. I vigili del fuoco, insieme al nucleo sommozzatori e altri uomini a terra, hanno iniziato le ricerche in prossimità della pescaia di Santa Rosa. Sul posto anche il personale Speleo alpino fluviale (Saf) che ha perlustrato il punto di ultimo avvistamento, situato sotto la terrazza dove si trova una chiusa in prossimità della pescaia. 

Verso le ore 05.30, mentre le ricerche nelle acque dell’Arno erano ancora in corso ed ormai si iniziava a paventare tra i soccorritori l’eventualità del tragico epilogo, un’altra pattuglia del nucleo radiomobile in Piazza San Marco ha notato un giovane camminare verso Piazza dell’Indipendenza con indosso solo una maglietta ed una busta in plastica legata attorno alla vita; si trattava di uno straniero, i cui caratteri somatici coincidevano con la descrizione del soggetto che era sparito nelle acque del fiume; nonostante lo stesso negasse di essere il soggetto che si stava cercando, fornendo peraltro un’identità di fantasia, dopo poco si capiva che era proprio lui. Trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova, dove ha ricevuto le cure del caso anche per l’elevata presenza di alcol nel sangue, è stato quindi identificato e denunciato a piede libero per i reati di procurato allarme, interruzione di pubblico servizio e sanzionato amministrativamente per ubriachezza. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento